19.2 C
Trieste
sabato, 28 Maggio 2022

Circoscrizioni, la sesta spinge per i lavori in presenza

16.12.2021 – 16.03 – Lavori in presenza per la sesta circoscrizione. Grande dibattito sulla sede di rotonda del boschetto, chiusa per due anni e finalmente di nuovo agibile. Già prima dell’insediamento del nuovo presidente circoscrizionale Paolo Perini, la segreteria si era attivata per chiedere lumi agli uffici comunali. L’edificio dedicato al consiglio della sesta circoscrizione del capoluogo giuliano è vecchio e necessita di continue attenzioni: prima la muffa e piccoli problemi di manutenzione ordinaria, poi l’esplosione di uno scaldabagno, che ne ha causato l’allagamento. “Vi è sempre stata l’intenzione di ripartire con i lavori in presenza – spiega Paolo Perini, presidente della circoscrizione – anche Adesso Trieste ha voluto presentare una mozione, chiedendo a Lodi date certe. In realtà la sede è agibile già da oggi. Come Fratelli d’Italia abbiamo tutta l’intenzione di tornare a riunirci in presenza e quando ne avremo la possibilità saremo tutti muniti di green pass e ci comporteremo come si comporta il consiglio comunale”.

Elisa Lodi, assessore comunale ai Lavori Pubblici, conferma in toto: “A seguito della richiesta pervenuta dalla stessa circoscrizione di verifica del fabbricato dove la circoscrizione è di fatto collocata, gli uffici tecnici si sono attivati già a fine novembre, dopo l’insediamento. Hanno verificato che l’edificio è in condizioni accettabili. C’erano delle parti con dei segnali di muffa, zone limitrofe alla scala vicino all’edificio, in attesa di intervento si è chiesto di arieggiare di più ed è stato aperto anche l’impianto tecnico e quindi è stato riaperta ufficialmente la sede della circoscrizione stessa. È stato fatto un intervento anche allo scaldabagno. Eseguito anche un sopralluogo da asugi per verificare le condizioni dell’ascensore a garanzia delle barriere architettoniche per quando sarà possibile operare in presenza e non da remoto” conclude.

Rimane il “problema secondo piano”, che però non tocca l’attività circoscrizionale: il secondo piano è difatti adibito alla sola formazione del personale comunale, e non è previsto che le circoscrizioni vi svolgano attività.

mb.r

 

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore