Legge di Stabilità, la manovra preliminare parte da 4,58 miliardi di euro

08.11.2021 – 19.02 – “La finanziaria 2022 parte da un quadro preliminare di 4,584 miliardi di euro con poste superiori a quelle di partenza dell’anno scorso, grazie anche ad una maggiore disponibilità di risorse riconducibile alla recente revisione dei patti finanziari con lo Stato. Un quadro generale di avvio della manovra che possiamo collocare in una cornice di cauto ottimismo”.
È quanto ha riferito l’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli al termine della seduta straordinaria della Giunta regionale che ha preso in esame lo schema preliminare della Legge di Stabilità.
Così distribuite le risorse:
  • Direzione centrale Salute, Politiche sociali e Disabilità (2 miliardi e 750 milioni di euro)
  • Direzione centrale Autonomie locali, Funzione pubblica, Sicurezza e Politiche sull’immigrazione (761 milioni di euro, di cui 500 alle Autonomie locali)
  • Direzione centrale Infrastrutture e territorio (384 milioni di euro, di cui 198 ai trasporti)
  • Direzione centrale Lavoro, Formazione, Istruzione e Famiglia (155 milioni di euro)
  • Direzione centrale patrimonio e la Direzione centrale Attività produttive e turismo (102 milioni di euro a ciascuna).
  • Direzione centrale Difesa dell’ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile (100 milioni di euro)
  • Direzione centrale Risorse agroalimentari, forestali, ittiche (77 milioni di euro)
  • Direzione centrale Cultura e Sport (52 milioni di euro)
  • Direzione centrale Finanze (50 milioni di euro)
  • Protezione civile regionale (14 milioni di euro).
Il disegno di legge finanziario è stato approvato in via preliminare e sarà portato all’attenzione del Consiglio delle Autonomie locali nella seduta di mercoledì.
“L’iter di approvazione della Legge di Stabilità inizia con l’evidenza di una manovra che pone particolare attenzione alla famiglia, al lavoro, alle attività produttive, alle autonomie locali e alle leve su cui fondare lo sviluppo economico del Friuli Venezia Giulia, oltre ovviamente all’impegno per la sanità” ha commentato Zilli.
[n.t.w] [n.n]