18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Il corteo no pass e l’accordo con la prefettura

03.11.2021 – 19.55 – Accorciare i tempi del corteo e tenersi alla larga da piazza Unità. Questa la proposta del Comitato per l’ordine e la sicurezza, che si è riunito in vista del prossimo corteo organizzato per sabato dal Coordinamento no green pass, dalle 14 e 30 alle 21. Sei ore ininterrotte di protesta. Il sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, firmerà domani l’ordinanza annunciata lunedì: i promotori avranno la responsabilità di organizzare un servizio che garantisca il controllo del distanziamento e dell’utilizzo dei dispositivi di protezione durante la durata del corteo. Il prefetto ha fatto sapere ai microfoni Rai che se gli organizzatori non dovessero trovare un accordo con la prefettura le autorità gestiranno il corteo come non autorizzato e gli organizzatori verranno multati.

Il focolaio legato alle proteste, individuato dalla task force regionale coordinata dal professor Fabio Barbone, intanto cresce. Il numero dei casi “continua ad aumentare – spiega il vicegovernatore Riccardo Riccardi – Dai 93 casi positivi rilevati nella comunicazione di tre giorni fa, oggi siamo giunti a quota 140″. Di questi, cinque persone hanno dovuto ricorrere al ricovero ospedaliero: tre si trovano nel reparto di pneumologia e due in quello di malattie infettive; tutti i ricoverati sono privi di copertura vaccinale anticovid. La metà dei casi sono di tipo “secondario” aggiunge Riccardi, si tratta di persone che si sono positivizzate alle manifestazioni a loro volta hanno “trasmesso il virus a chi non era presente ai cortei. Altre tre persone invece sono state contagiate da un caso secondario”.

cf

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore