Tuiach, rinvio a giudizio per il post omofobo

26.10.2021 – 17.08 – È stato chiesto il rinvio a giudizio per l’ex consigliere comunale della Lega Fabio Tuiach. A darne notizia per primi con un post Facebook I Sentinelli di Milano, che avevano denunciato l’ex pugile dopo un post omofobo ai danni di una persona della comunità lgbtqi cittadina, rivolgendosi all’avvocato Paola Ponte. Il post dell’ex esponente di Forza Nuova si riferiva ad un episodio accaduto a Trieste, per la precisione a Rupingrande. Tra le vittime l’attivista Antonio Parisi assieme ad alcuni amici, che ha riportato diverse ferite e contusioni al volto.

“Ricordate? Il pestaggio al ragazzo di Trieste – scrivono I Sentinelli di Milano sui social – I suoi post oltraggiosi. Era febbraio. Oggi ci è arrivata una notizia molto importante. È stato chiesto dal PM il rinvio a giudizio per la nostra denuncia”.

Il testo, apparso sul social russo VK e su Telegram, del post di Fabio Tuiach: “Un esponente LGBT è stato picchiato e scoppia il caso omofobia a Trieste, siamo in campagna elettorale e succede ogni volta ma forse ha litigato con il fidanzato per la vasellina. Grande solidarietà da parte di tutte le forze politiche ma ricordiamoci che in più di un terzo dei paesi al mondo non esiste il problema omofobia perché per i gay c’è il carcere o la pena di morte. Noi avevamo il rogo un tempo, mentre in Russia c’è la legge anti-gay come in tutto l’est e per questo loro non accolgono palestrati che fuggono da paesi omofobi“.