25 C
Trieste
sabato, 13 Agosto 2022

TPL, effetto Green Pass, a Trieste 156 autisti in meno. Aumentate le assenze per malattia

21.10.2021 – 13:35 – Con l’entrata in vigore, lo scorso Venerdì, del cosiddetto “Decreto 15 Ottobre”, il quale implica che il lavoratore possa accedere al proprio luogo di lavoro solo se in possesso del “Green Pass” o di un eventuale tampone covid negativo, sono diversi i settori professionali ad aver subito disagi e grossi problemi logistici ed amministrativi a causa della mancanza di personale, dai porti alle scuole, dagli ospedali ai negozi della grande distribuzione e, probabilmente tra quelli maggiormente colpiti in assoluto, il mondo del trasporto pubblico locale. Per quanto concerne la nostrana TriesteTrasporti azienda facente parte del gruppo TPL FVG, sta riportando importanti inconvenienti nel garantire un corretto servizio alla cittadinanza a causa della riduzione di circa il 26% del proprio personale conducente passato da 600 a 444 autisti. Sul totale, 106 sono impossibilitati ad accedere al luogo di lavoro a causa della mancanza del certificato verde e per tanto, sono tutt’ora senza stipendio, mentre, 50 hanno presentato il certificato di malattia continuando a percepire la loro retribuzione in maniera regolare secondo quanto previsto dalla legge.

Il piano della Regione Friuli Venezia-Giulia:

Per far fronte a questa problematica, le Prefetture, in stretta collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia, hanno attivato alcune importanti misure, soprattutto per assicurare un regolare accesso ai poli scolastici da parte degli studenti delle scuole superiori, sia attraverso i normali mezzi del Trasporto Pubblico Locale, sia con l’ausilio di servizi aggiuntivi da realizzare in sinergia con i cosiddetti Vettori NCC (Noleggio con Conducente). A renderlo noto, nelle scorse ore, nell’ambito del Consiglio Regionale, l’Assessore ai Trasporti e alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, sottolineando come “Solo dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del decreto legge 139, lo scorso 9 Ottobre 2021 sono maturate le condizioni per raccogliere le comunicazioni preventive di non possesso del Green pass da parte degli operatori del settore”.

“Anticipatamente all’entrata in vigore di tale provvedimento, l’Amministrazione Regionale aveva già richiesto alle aziende di TPL di organizzarsi per minimizzare eventuali impatti negativi determinati dalla presenza di personale non in possesso di Green pass. Inoltre – ha ricordato l’Assessore – in stretto coordinamento con le Prefetture, è stata attivata una raccolta dati per monitorare l’evolversi della situazione”.

 

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore