9.3 C
Trieste
martedì, 25 Gennaio 2022

Portuali, PD: “Porto è operativo”, da Adesso Trieste invito a Governo a “dialogo politico”

15.10.2021 – 16.30 | La manifestazione dei lavoratori portuali per opporsi all’entrata in vigore del decreto Green Pass non si ferma, anzi: i manifestanti sono moltissimi e la protesta va avanti senza sosta. Il porto, però, come dichiarato dal Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, rimane operativo, seppur con i naturali disagi che conseguono dalla presenza dei manifestanti. Da più parti, in particolare da Italia Viva e dal Partito Democratico, già nei giorni scorsi, sono arrivate dichiarazioni che hanno stigmatizzato i manifestanti, mentre oggi, dall’area dem, sono arrivate parole di supporto per chi invece non ha aderito alla protesta.

“Con il loro comportamento la stragrande maggioranza dei cittadini e dei lavoratori italiani sta dando la migliore risposta a chi da destra ancora ieri accusava il Governo di sicure paralisi e chiedeva l’abrogazione del green pass – ha dichiarato il segretario per il Friuli Venezia Giulia del Partito Democratico, Cristiano Shaurli, che ha però voluto sottolineare come la situazione desti – le preoccupazioni evidenziate dal presidente D’Agostino per le ricadute sul porto di Trieste, sull’economia cittadina e regionale, perché le proteste qui hanno toccato vertici nazionali e hanno avuto ripercussioni nazionali e internazionali.”. Shaurli ha quindi chiesto al governatore di prendere in mano la situazione: “Su questo tutti dovremmo iniziare a porci delle domande e, a partire del presidente Fedriga, proporre soluzioni evitando dichiarazioni di facciata o comode equidistanze.”. Shaurli ha poi voluto sottolineare come la protesta “si sta svolgendo senza eccessi” e che che il porto è comunque anche se parzialmente operativo, e pienamente operativi risultano gli altri porti italiani con percentuali di personale vaccinato che supera spesso il 90%.”.

L’operatività del porto nonostante la protesta è stata definita una buona notizia anche dalla deputata del PD, nonché presidente del gruppo dem alla Camera dei Deputati, Debora Serracchiani, che ha però insistito sulla necessità di “fare ogni sforzo per tornare prima possibile alla completa operatività, riallineandosi a tutti gli altri porti italiani. Il dialogo con chi protesta – ha continuato Serracchiani – deve essere condotto nel pieno rispetto delle norme di legge e soprattutto con riguardo all’oltre l’80% di italiani che si sono vaccinati.”.

Un invito al dialogo è invece arrivato dagli esponenti di Adesso Trieste, che dopo aver sottolineato l’importanza strategica dell’infrastruttura portuale giuliana non soltanto per il Paese, ma per l’Intera Europa (e aver sottolineato anche come questa leadeship sia stata resa possibile dal “rapporto di collaborazione e condivisione tra lavoratori portuali e Autorità, che ha messo al centro del processo la dignità del lavoro”), ha riflettuto su come “la contrapposizione tra il rafforzamento della campagna di immunizzazione, della quale sosteniamo l’assoluta necessità, e il diritto al lavoro, sta generando tensioni sociali che rischiamo di pagare tutti, non solo sul piano sanitario e non solo nell’ambito del Porto.”. La lista cittadina ha quindi posto il focus sulla necessità che la tematica “vada affrontata dal Governo come una questione politica, non riducendola a un mero problema di ordine pubblico.”.

Ultime notizie

Dello stesso autore