27.4 C
Trieste
lunedì, 8 Agosto 2022

Pallamano, l’Albatro e l’Alabarda: trasferta a Siracusa per Trieste, in cerca dei primi punti

02.10.2021 – Due sconfitte in altrettante gare di campionato, a secco di punti in coabitazione con Cassano Magnago, Carpi e TeamNetwork Albatro. E proprio l’Albatro all’orizzonte: questo è il contesto in cui la Pallamano Trieste si prepara ad affrontare la trasferta che oggi, sabato 2 ottobre, la vedrà affrontare a Siracusa la formazione di Giuseppe Vinci per la quarta giornata di campionato, in quello che è già di fatto un vero e proprio scontro diretto.

Ad arbitrare la sfida del PalaLoBello di Siracusa, che avrà inizio alle 18,30, sarà la coppia arbitrale composta dai signori Simone e Monitillo. Oltre che al palazzetto aretuseo (per accedere al quale è obbligatorio essere in possesso del Green Pass), la gara potrà essere seguita anche in diretta streaming gratuita tramite la piattaforma ElevenSports, previa registrazione.

Non è stato dei migliori, l’inizio di stagione della Pallamano Trieste, che pure non ha certo incontrato avversarie delle più abbordabili, avendo incominciato la stagione affrontando Bozen e Fasano. Ma le due sconfitte, e lo “0” alla voce punti, non possono certo lasciare soddisfatto l’ambiente, che ora reclama un’inversione di tendenza: “Siamo consapevoli dell’attuale situazione che stiamo attraversando come allo stesso tempo della necessità di fare punti” dichiara alla vigilia il direttore sportivo alabardato, Giorgio Oveglia.

Anche l’Albatro non è certo partito benissimo: i siracusani sono infatti anch’essi fermi a quota 0, avendo peraltro giocato una partita in più rispetto agli alabardati  – che, si ricorda, hanno osservato il turno di riposo alla prima giornata – e sono reduci dalla sorprendente sconfitta contro il Secchia Rubiera nella terza giornata. Il roster, però, non è certo di quelli da buttare ed è composto in prevalenza da giovani di buon livello. “Ci attende una sfida certamente importante – conclude Oveglia – dove dovremo tirare fuori il 110% delle nostre attuali capacità”.
E.R.

 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore