Pallamano, a Cassano Magnago brutto ko per Trieste, 28-20 il risultato finale

24.10.2021 – Si ferma, dopo due successi di fila, la striscia vincente della Pallamano Trieste, sconfitta in casa del Cassano Magnago per 28-20 nella sesta giornata del campionato maschile di Serie A di pallamano. Gara mai in discussione, per la verità, complice anche la difficoltà alabardata nel trasformare in conclusioni verso la porta dei padroni di casa le diverse azioni offensive, al contrario del Cassano Magnago, abile a ripartire in contropiede e punire gli ospiti in tantissime occasioni. Il prossimo impegno vedrà Trieste ospitare il temibile Sassari, il prossimo sabato 30 ottobre alle 20.

Cassano Magnago-Trieste 28-20, la cronaca

Sin dall’inizio il canovaccio della gara assume l’inerzia che preserverà per tutta la partita: il Trieste cerca di attaccare, senza però riuscire a trovare gli spazi giusti nell’ottima difesa del Cassano Magnago che, da parte sua, cerca di colpire in ripartenza. Dopo una fase di studio, i padroni di casa la sbloccano dopo 2’40” con Dorio, ma i primi 8′ sono sostanzialmente equilibrati. Da lì in poi, gli alabardati non trovano più il bandolo della matassa e subiscono il primo break (4-0) dei padroni di casa, che nell’arco di 2′ si portano sul 6-2, con un vantaggio che sarebbe perfino più ampio se non fosse per le parate di Postogna. La rete di Pagano dà inizio a un controparziale alabardato (0-3), che sembra riportare la gara in equilibrio, visto che a metà tempo il punteggio è di 6-5. Dura poco: da quel momento in poi, i padroni di casa danno vita a un nuovo break (6-0) chiudendo di fatto anzitempo la partita, visto che gli ospiti riusciranno sì ad accorciare, ma mai a rientrare davvero in gioco. Il primo periodo, dunque, si chiude sul 15-7.

L’avvio deciso di ripresa degli alabardati (che trovano un break di 0-3 nei primi 3′) potrebbe lasciar pensare che l’equilibrio della gara possa ribaltarsi. E invece non è così: gli alabardati faticano infatti a penetrare nella difesa avversaria, ben disposta da coach Kolec, e quando riescono ad andare al tiro trovano sulla loro strada un Monciardini che da solo ferma l’intera formazione ospite. Il vantaggio di Cassano Magnago riprende quindi a dilatarsi con Trieste che prova ad aggrapparsi a Hrovatin, le cui reti permettono al distacco di non diventare esagerato. Menzione anche per Zoppetti, che quando può resiste alle micidiali ripartenze lombarde e para anche un rigore allo scatenato Mazza, ma gli altri alabardati sono davvero poca roba. Si arriva così alla fine della partita, con gli ultimi minuti che servono soltanto a rifinire il tabellino che, a fine gara, segna 28-20 per i padroni di casa.

Cassano Magnago-Trieste 28-20, il tabellino

Cassano Magnago-Trieste: 28-20 (15-7).
Cassano Magnago: Monciardini, Lazzari 3, Milanovic, la Bruna, Branca 4, Bassanese 2, Salvati, Kabeer 3, Nikocevic 6, Braggion, Dorio 1, Decio, Visentin, Mazza 9, Riva, Albanini. Allenatore: Kolec.
Trieste: J. Radojkovic 3, Aldini, Dapiran 2, Hrovatin 4, Mazzarol, Pernic, di Nardo, Postogna, Visintin, Zoppetti, Nait, Sandrin, Pagano 6, Bratkovic 5. Allenatore: F. Radojkovic.
Arbitri: Manuele, Castagnino.
E.R.