Miramare, 5 milioni per il rilancio di Grignano. A breve l’ascensore

14.10.2021 – 08.37 – Un nuovo ascensore panoramico per i più fragili e gli anziani, un completo restyling per la baia di Grignano e il conseguente sviluppo di nuove attività ed esercizi commerciali. La Regione Friuli Venezia Giulia ha presentato ieri il nuovo piano per il recupero di Grignano, la cui zona, dall’asfalto in riva al mare, alle strutture preesistenti e/o abbandonate, rimane uno spaccato degli anni Ottanta e Novanta, verso cui da tempo si paventavano interventi di recupero, specie a seguito dello spostamento dell’Immaginario Scientifico nella nuova area del Porto Vecchio, nel Magazzino 26. Il cuore dell’intervento rimane l’ascensore panoramico, del quale si discuteva già due anni addietro, ma non si trascurerà il verde locale, da tempo incolto epreda di erbacce.

L’intervento prevede in particolare la sistemazione dei sottoservizi, che in questo momento versano in condizioni precarie; il rifacimento del piano viario con pietre prevalentemente locali eliminando la superficie asfaltata; il ripensamento del transito e della sosta dei pullman turistici e di linea; la creazione di aree relax destinate ai visitatori; la riqualificazione degli spazi pedonali con raccordi e pendenze tali da agevolare l’accessibilità a soggetti con difficoltà motorie e individuando un percorso che costituirà una sorta di “passeggiata a mare” e, infine, l’attesa realizzazione dell’ascensore panoramico per il collegamento al parco del Castello di Miramare. L’azione di recupero consentirà di risolvere le problematiche causate dalle radici dei pini marittimi posti nell’area, tutelando rigorosamente le alberature esistenti. Verrà infatti attuato un intervento conservativo progettato da esperti del settore simile a quello realizzato sul lungomare di Lignano.

[z.s.]