La Triestina non decolla, contro la Virtus Verona solo 0-0

10.10.2021 – Si chiude in parità la trasferta del “Gavagnini-Nocin” per la Triestina, che va a sbattere contro il muro della Virtus Verona, capace di resistere sullo 0-0 e di portare a casa un punticino, nonostante l’alta pressione alabardata soprattutto nel primo tempo. L’unico lato positivo, se lo si vuole trovare con un pizzico di ironia, è che per una volta l’ex con il dente avvelenato Arma non ha trovato il gol contro gli alabardati. Se per i veronesi è ancora rimandata la prima vittoria in campionato, per la Triestina questo inizio di stagione si conferma veramente deludente. Per entrambe le formazioni, in ogni caso, punto che serve a poco, perché non serve a muovere la classifica né a dare una scossa all’ambiente, nemmeno dal punto di vista psicologico. Si torna in campo domenica prossima, 17 ottobre, quando alle 17,30 l’Unione ospiterà la Fiorenzuola.

Virtus Verona-Triestina 0-0: la cronaca.

Fresco si affida al suo consueto rombo di centrocampo. Giacomel è il numero 1, mentre in difesa c’è l’esordio di Munaretti. In avanti, Danti gioca alle spalle di Pittarello e Arma, mentre a centrocampo trova spazio Tronchin. Bucchi conferma il 3-5-2, ma riserva qualche sorpresa: davanti a Martinez, il reparto arretrato è formato da Capela, Negro e Ligi, con Lopez che ritrova la titolarità da esterno sinistro. Sulla corsia opposta parte dal 1′ Iotti, con Crimi, Giorno e Galazzi al centro. In avanti, a fianco di de Luca, gioca a sorpresa il giovanissimo Iacovoni, visto il forfait di Trotta, con Litteri in panchina.

In un campo che farebbe miglior figura se fosse coltivato a tuberi, l’Unione prova comunque a fare la partita. Sin dai primi secondi la partita è accesa, come dimostrano i cartellini a Lopez e Mazzolo, ma è la Triestina ad avere il pallino del gioco e a presentarsi davanti all’area avversaria, dove i veronesi fanno guardia del fortino. Le occasioni vere da gol comunque latitano: gli alabardati ci provano tirando da fuori con i centrocampisti, mettendo palloni in area dalle fasce verso le punte, facendo lavorare di sponda il giovanissimo Iacovoni e anche sui calci piazzati del solito Galazzi, ma senza avere successo: il risultato non si sblocca e il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa non cambia il copione anche se, rispetto ai primi minuti, la Virtus Verona tenta quantomeno di superare la metà campo e, in un paio di occasioni, si presenta dalle parti di Martinez, con Danieli, sul cui tentativo in apertura di ripresa è strepitoso Ligi, e con Danti. Si tratta però di brevi fiammate, perché a fare il gioco è la Triestina, forte di un Litteri in più, subentrato a Iacovoni nell’intervallo. In questa fase, sono i cross per gli inserimenti degli esterni opposti – alternati ai corner di Giorno – l’arma disposta da Bucchi per assaltare la porta di Giacomel, ma con poco successo visto che la retroguardia di Fresco è comunque attenta. I virtussini resistono: gli assalti dell’Unione vengono respinti e, a fine partita, la Virtus esce dal suo stadio con il quinto pareggio stagionale. Per l’Unione, gara senza gol e terzo pareggio in una stagione che, di decollare, pare proprio non volerne sapere.

Virtus Verona-Triestina 0-0: il tabellino.

Virtus Verona-Triestina: 0-0.
Virtus Verona (4-3-1-2): Giacomel; Daffara, Mazzolo (46′ Zugaro), Cella, Minaretti (87′ Metlika); Danieli, Lonardi, Tronchin (46′ Zarpellon); Danti (81′ Pinto), Pittarello, Arma (73′ Marchi). In panchina: Bragantini, Acampora, Carlevaris, de Rigo, Silvestri, Vesentini. Allenatore: Fresco.
Triestina (3-5-2): Martinez; Capela, Negro, Ligi; Iotti, Crimi, Giorno (73′ Paulinho), Galazzi, Lopez (56′ Rapisarda); de Luca, Iacovoni (46′ Litteri). In panchina: Offredi, Natalucci, Patrick, Procaccio, Baldi, Catania. Allenatore: Bucchi.
Arbitro: Scarpa (Collegno). Assistenti: Pressato (Latina), Petrica Filip (Torino). Quarto ufficiale: Nuzzo (Seregno).
Note: Pomeriggio soleggiato e mite, terreno di gioco in cattive condizioni. Ammoniti: Mazzola, Danieli (V), Lopez, Iotti, Rapisarda, Crimi (T). Espulsi: nessuno. Recuperi: 2′ e 3′.
E.R.