24.6 C
Trieste
lunedì, 4 Luglio 2022

Il consigliere senza Consiglio, Ugo Rossi respinto da palazzo Cheba

28.10.2021 – 14.46 – Senza green pass svolgere l’attività consiliare in presenza non è possibile. Lo sa bene Ugo Rossi, eletto consigliere alle ultime amministrative tra le fila del Movimento 3V. Convocato a palazzo Cheba per lo svolgimento di una riunione di Consiglio, Rossi è stato bloccato all’entrata da cinque agenti in forza al decreto legge numero 127 del 21 settembre 2021, che all’articolo 1 regola i comportamenti da tenere nell’ambito lavorativo pubblico.
“Le chiedo di disapplicare (il decreto ndr) – esordisce Rossi rivolgendosi ad uno degli agenti che hanno formato un cordone sulla scalinata d’accesso – in quanto lei ha giurato sulla Costituzione italiana”.

Si sente protetto “dall’articolo 28” della Costituzione Rossi, che definisce il comportamento degli agenti “un abuso”. “L’Italia – continua – sta applicando in maniera sbagliata la direttiva europea”, ledendo così “il diritto di libera circolazione”. “Se discriminatorio per un dipendente – sostiene l’avvocato di Rossi – è doppiamente discriminatorio nei confronti di un eletto dal popolo”, la normativa sul green pass va “disapplicata – aggiunge – sulla base del regolamento CE che è immediatamente applicabile, anche dai singoli funzionari”.

Dopo l’alterco Ugo Rossi si è recato presso la Questura di Trieste sostenendo che avrebbe fatto valere i propri diritti.

spot_img

Ultime notizie

Dello stesso autore