Commissioni al lavoro su parchi, lavoro e musica, poi il Milite Ignoto: l’attività del Consiglio regionale dal 25/10 al 31/10

24.10.2021 – 18.00 | Le sedute di tre Commissioni permanenti e un’importante iniziativa legata al centenario del Milite ignoto sono al centro dei lavori della prossima settimana in Consiglio regionale.

Il primo appuntamento, martedì 26 ottobre a partire dalle 10, è con la IV Commissione consiliare, convocata alle 10 nell’aula di piazza Oberdan dalla presidente Mara Piccin (Forza Italia). All’ordine del giorno c’è l’esame del disegno di legge 144 che reca modifiche alla legge 42 del 1996 in materia di parchi e riserve naturali regionali, alla legge 7 del 2008, alla legge 45 del 1988 e alla legge 24 del 2006. Assieme al ddl di iniziativa della Giunta – alla presenza dell’assessore alle Risorse agroalimentari, Stefano Zannier – i consiglieri della IV Commissione esamineranno anche l’abbinato stralcio 141-01 sull’istituzione della riserva naturale della Val d’Arzino, che deriva da un emendamento presentato come prima firmataria da Mariagrazia Santoro (Pd).

Il giorno successivo, mercoledì 27, è il turno della VI Commissione permanente, presieduta da Giuseppe Sibau (Progetto Fvg/Autonomia responsabile) e convocata alle 10.30, sempre nell’aula del Consiglio a Trieste. Sarà l’assessore Alessia Rosolen a presentare, a nome della Giunta regionale, il ddl 148 che si occupa di politiche della famiglia e di promozione dell’autonomia dei giovani e delle pari opportunità. Nella seduta è prevista la sola illustrazione del provvedimento, che verrà esaminato e votato in una seduta successiva. A seguire, sono previste le comunicazioni dell’assessore Rosolen – che detiene le deleghe su Lavoro, formazione, istruzione e ricerca – e dell’assessore Graziano Pizzimenti, che si occupa di Infrastrutture e territorio, in merito all’attuazione degli ordini del giorno collegati alla legge 13 del 2021, ovvero all’Assestamento di bilancio.

Nella stessa giornata e sempre in aula consiliare, a partire dalle 14, la V Commissione permanente, presieduta da Diego Bernardis (Lega), verrà convocata per l’illustrazione della proposta di legge 139 avanzata nel giugno scorso dal consigliere Furio Honsell (Open Sinistra Fvg) e centrata sulla promozione del settore musicale del Friuli Venezia Giulia. È poi prevista l’audizione dei rappresentanti del Teatro Stabile Friulano, che renderanno noti ai consiglieri programmi e progetti già in calendario o in via di predisposizione.

La settimana si chiuderà infine con un’importante iniziativa culturale organizzata dal Consiglio regionale assieme alle Forze armate e fortemente voluta dal presidente Piero Mauro Zanin. Si tratta dell’evento-spettacolo “Il figlio ritrovato. Milite ignoto, la scelta”, in programma venerdì 29 ottobre al teatro Giovanni da Udine, nel capoluogo friulano, a partire dalle 20.45.

Si tratta di un’opera che ricostruisce la vicenda del Milite Ignoto e mette in scena due personaggi: Maria Bergamas, la madre di Gradisca d’Isonzo che scelse la salma-simbolo dei caduti della Grande Guerra, e Augusto Tognasso, uno dei componenti della commissione che proprio cent’anni fa venne incaricata di individuare il soldato senza nome. Accanto ai loro monologhi, sotto la regia del gruppo teatrale Il Canovaccio, si potranno ascoltare anche le musiche dell’epoca, eseguite dall’orchestra di fiati delle Forze operative Nord dell’Esercito. Sarà possibile assistere gratuitamente alla rappresentazione dopo aver scaricato il biglietto dal link www.vivaticket.com/it/biglietto/il-figlio-ritrovato-milite-ignoto-la-scelta/166957.
C.S. Consiglio regionale