67° anniversario del ricongiungimento di Trieste all’Italia: l’alzabandiera in piazza

26.10.2021 – 11.00 – Si è tenuta questa mattina in piazza Unità d’Italia a Trieste la cerimonia dell‘alzabandiera in onore del 67° anniversario del ricongiungimento di Trieste all’Italia. Presenti il gonfalone della città, decorato di medaglia d’oro al valore militare, con il sindaco Roberto Dipiazza, le autorità locali e i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’arma.
Prevista per le 18 la cerimonia dell’ammaina bandiera. Prima dell’ammaina bandiera, alle 17.50, è previsto anche l’arrivo della “Staffetta cremisi della Pace”, che unisce idealmente Trento e Trieste, organizzata dall’Associazione Nazionale Bersaglieri nell’ambito delle cerimonie per il centenario della traslazione del Milite Ignoto all’Altare della Patria.

“Il 26 ottobre del 1954 – ricorda il sindaco Roberto Dipiazza – Trieste si ricongiungeva all’Italia e il tricolore tornava a sventolare sulla piazza dell’Unità. Una folla immensa di cittadini, piena di entusiasmo e di commozione, scese allora lungo le vie del centro per convergere sulle rive e sulla piazza, per salutare il ritorno della madre patria nella più italiana delle città italiane, dopo 11 anni di incertezze, sofferenze e presenze straniere di Tedeschi, Jugoslavi, Americani, Inglesi, che si erano avvicendati nell’amministrazione della città, lasciando alle spalle anche tragedie, incomprensioni, vendette, rimpianti, lutti”.

“Nel ricordare il 67° anniversario di questo storico e tanto atteso ritorno, tutta la Città di Trieste – ribadisce il sindaco Dipiazza – rinnova ancora una volta e sempre la più profonda gratitudine verso tutti quei suoi figli che lottarono e spesero la vita per questi alti ideali di libertà e democrazia, per dare futuro e giustizia a tutti noi e a quelle nuove generazioni che ora possono vivere e crescere in pace e prosperità”.