Porto Vecchio, Stok (Podemo) contro progetto Dipiazza: “Lontano da bisogni città”

16.09.2021 – 18.30 | È stata presentata questa mattina nel Magazzino 26 la bozza di studio paesaggistico per gli spazi aperti dell’architetto Andreas Kipar per quanto riguarda il Porto Vecchio di Trieste. Un progetto che, secondo Arlon Stok, candidato sindaco di Trieste per Podemo, non è però in linea con le reali esigenze della città e dei suoi abitanti.

“Il progetto paesaggistico presentato da Dipiazza per il Porto Nord (Vecchio) – spiega in un comunicato stampa Stok – prevede tante parole-chiave di moda, ma non viene nemmeno nominato il LAVORO, una priorità assoluta per noi triestini, oggi più che mai.”. Non una situazione nuova, per quanto riguarda i progetti riguardanti l’area: “È almeno l’undicesimo progetto per l’area dagli anni ’60 – ricorda infatti il candidato di Podemo, che non risparmia parole non proprio dolci – e, esattamente come gli altri ma addirittura più di altri, risulta così lontano dalle necessità di Trieste da fare tenerezza.”.

Una soluzione per riqualificare l’area, secondo Stok, sarebbe quella di riapplicare la zona franca al Porto Vecchio: “La Free Zone va immediatamente ri-estesa a tutta l’area – sostiene Stok – e la legge internazionale vi va applicata, in modo da attirare investitori veri (non quelli costantemente nominati dai politici, peraltro mai materializzati). Spostare sedi FVG o altre idee assurde del genere – conclude il candidato di Podemo – oltre ad insultare l’intelligenza dei triestini non serve e non servirà a nulla e a nessuno, se non ad autoalimentare l’unipartito dell’immobilismo.”.
C.S. Arlon Stok (Podemo)