Pallamano, Trieste battuta di misura da Fasano, a Chiarbola finisce 25-26

26.09.2021 – Si conclude con un ko di misura, l’esordio casalingo in questa edizione della Serie A per la Pallamano Trieste, che cede al PalaChiarbola al temibile Junior Fasano. Decisivi, ai fini della vittoria ospite, i tre punti di vantaggio accumulati dai pugliesi nei minuti finali, che bastano alla formazione di de Santis per resistere al disperato tentativo di rimonta alabardato. Le sconfitte consecutive di Trieste salgono così a due. Ma c’è poco da recriminare: sabato prossimo (2 ottobre) alle 18,30 c’è lo scontro diretto contro l’Albatro a Siracusa e sarà vietato sbagliare.

Trieste-Fasano 25-26: la cronaca.

Gli alabardati sono piuttosto contratti sin dalle prime fasi, in cui non riescono a capitalizzare i possessi offensivi. Fasano potrebbe approfittarne, ma un Postogna in versione Batman impedisce ai pugliesi di aumentare il vantaggio trovato dopo 6′. I padroni di casa prendono coraggio e compiono il sorpasso al 9′. Gli alabardati cercano di prendere le distanze, ma dopo 15′ Fasano ha già ritrovato il pari, portandosi sul 5-5. La gara si frammenta: tante interruzioni, troppo nervosismo. Trieste non trova la rete, Fasano sì e così al 25′ i pugliesi sono scappati sul 7-11. Che dura poco: un break alabardato di 4-0 nel finale di tempo consegna il pari di metà partita.

L’equilibrio regge anche in apertura di ripresa, quando comunque è sempre la formazione ospite a tentare l’allungo, portandosi sul 16-19 dopo una lunga fase interlocutoria. Anche in questo caso, gli alabardati reagiscono e, dopo un rigore parato da Zoppetti sul 18-19 al 47′, trovano il nuovo sorpasso targato Dapiran. Trieste ora tenta anche l’allungo, ma a tenere i giuliani con i piedi per terra ci pensa Jarlstam, che ristabilisce il pari sul 22-22. Poi i 2′ di esclusione inflitti a Dapiran e il nuovo blackout triestino: mancano 2’30” alla fine e Fasano si è spinto sul 23-26. È l’allungo decisivo perché, nonostante la reazione, Trieste riesce sì ad accorciare, ma non a chiudere il pareggio: cala il sipario e il tabellone del PalaChiarbola recita Trieste 25-26 Junior Fasano.

Trieste-Fasano 25-26: il tabellino.

Trieste-Fasano: 25-26 (11-11).
Trieste: J. Radojkovic, Aldini 1, Dapiran 1, Hrovatin 4, Mazzarol, Nocelli, Pernic 2, Mitrovic 5, di Nardo 2, Postogna, Visintin, Stojanovic, Zoppetti, Sandrin, Pagano 3, Bratkovic 7. Allenatore: F. Radojkovic.
Fasano: Sibilio, Grassi, Angiolini 6, Angeloni 1, Sperti 3, Pugliese 4, Messina 1, Fovio, Franceschetti 4, Beharevic, Hjortenbo 3, Jarlstam 4. Allenatore: de Santis.
Arbitri: Riello, Panetta. Delegato: Chiarello.
E.R.