La patente C tra le più richieste: tutto quello che c’è da sapere

24.09.2021 – 12.55 – La patente C è la patente più richiesta tra quelle professionali perché consente di condurre camion e autoveicoli adibiti al trasporto merci, su cui possono prendere posto non più di 8 persone oltre al conducente.
Ti permette di guidare:

  1. Autoveicoli destinati al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 t, anche se trainanti un rimorchio leggero (fino a 750 kg);
  2. Macchine operatrici eccezionali, quali gru o scavatori;
  3. Tutti i veicoli conducibili con le patenti AM, B e C1.

I requisiti sono pochi ma fondamentali: il primo è di aver raggiungo l’età di 21 anni ed il possesso della patente B.
A seguire, è richiesta un’acutezza visiva pari a non meno di 12/10 complessivi, con un minimo di 4/10 per occhio e l’udito integro.
Di rilevane importanza sono anche i tempi di reazione a stimoli semplici e complessi, luminosi ed acustici.
Prima di conseguire la patente di guida C, è necessario passare due test: un esame orale di teoria che attesti la disciplina del Codice della Strada, e successivamente un esame di guida pratica che attesti la capacità e la competenza manuale nel guidare i veicoli pesanti e di camion.
Il documento vale 5 anni fino all’età di 65 anni, dopo la durata è biennale ed è necessario ottenere uno specifico certificato da parte della Commissione medica locale.

Ma non esiste solo la patente C.

Una versione ‘mini’ della C, a patente C1 ti consente di guidare autocarri e veicoli adibiti al trasporto merci di massa fino a 7,5 tonnellate, su cui possono prendere posto non più di 8 persone oltre al conducente.

I veicoli in questione sono:

  • Autoveicoli destinati al trasporto merci di massa complessiva a pieno carico superiore a 3,5 ma non superiore a 7,5 tonnellate, anche se trainanti un rimorchio leggero;
  • Macchine operatrici eccezionali, quali gru o scavatori;
  • Tutti i veicoli conducibili con le patenti AM e B.

Per questo tipo di patente, bisogna aver compiuto 18 anni ed essere già in possesso della patente B.
I requisiti sono gli stessi richiesti per la patente C, come il tempo di validità fornito.

La patente C si amplia ancora, con l’estensione E o patente CE che consente di guidare complessi di veicoli composti da:nvece la patente C1E permette di condurre complessi di veicoli composti da:

  • Una motrice della categoria C1 e da un rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata superiore a 750 kg, purché la massa massima autorizzata del complesso non sia superiore a 12 t;
  • Una motrice della categoria B e dal un rimorchio o semirimorchio di massa massima autorizzata superiore a 3,5 t, purché la massa massima autorizzata del complesso non sia superiore a 12 t.

L’ammontare della spesa di chi si affida totalmente alla scuola guida paga un totale di circa 1.200 euro, mentre chi prepara la teoria da privatista e la pratica in autoscuola può risparmiare qualcosa e pagare all’incirca 850 euro. Il costo dell’estensione E si aggira invece sui 750 euro.

m.m