La manutenzione, l’ottimizzazione degli impianti e dei processi

22.09.2021 – 09.58 – Scegliere di essere un imprenditore e di gestire una propria attività è una decisione che porta con sé una serie di vantaggi ma anche tantissime responsabilità e incombenze. Infatti, chi è responsabile di un’azienda ha il dovere di prendersi cura di tutti gli aspetti necessari al buon funzionamento dell’attività e all’obiettivo di raggiungere risultati soddisfacenti.

Tutte le scelte di un imprenditore. Quando si dice che essere imprenditori porta una maggiore libertà, è vero solo in parte: sicuramente, avere una propria attività consente di non dover sottostare alle decisioni e alle imposizioni altrui. Tutto ciò che viene fatto è frutto delle proprie scelte, della propria visione del mercato, delle proprie idee sul buon funzionamento dell’azienda. Questo è sicuramente un aspetto estremamente positivo ma, dall’altra parte, esistono una serie di incombenze le quali comportano un impegno assoluto, poiché in questi casi non esistono orari di lavoro o limiti di responsabilità, ma è necessario occuparsi di tutto ciò che riguarda il presente e il futuro dell’azienda. Proviamo a fare alcuni esempi: innanzitutto si deve scegliere in quale settore di mercato inserire la propria attività, poi ci si deve occupare dell’acquisto e in seguito dell’ottimizzazione degli impianti, selezionare, assumere, formare e tenere costantemente aggiornato il personale, curare i rapporti con i clienti, i fornitori, le banche, i commercialisti e tutti i professionisti con cui ci si interfaccia, senza trascurare l’aspetto della comunicazione che diventa sempre più fondamentale in un mondo iper connesso come quello in cui stiamo vivendo. In questo articolo, ci occuperemo in particolar modo dell’aspetto strutturale dell’azienda, e della necessità di mantenere in ottimo stato le apparecchiature per ottimizzare i processi produttivi, abbattendo i costi e massimizzando i profitti.

Ottimizzazione degli impianti e dei processi. Per far rendere al meglio le proprie apparecchiature e le proprie infrastrutture, è fondamentale scegliere con cura dei professionisti a cui rivolgersi che siano in grado, con competenza ed esperienza, di ottimizzare gli impianti e, di conseguenza, i processi produttivi. Spesso saranno necessarie soluzioni standard, altre volte avremo bisogno di soluzioni personalizzate, studiate ad hoc per le nostre esigenze, dalla fase di progettazione a quella di costruzione e di assemblaggio, fino a quella di installazione e commissioning. La fase di installazione, essendo ovviamente la prima, è fondamentale per il successo di ogni progetto e nel set-up il personale qualificato può fare la differenza. Ma anche successivamente è sempre essenziale continuare a prendersi cura dei propri impianti, dei macchinari e delle strumentazioni con una corretta manutenzione: effettuarla regolarmente consente di garantire una maggiore affidabilità a tutta la struttura.

La manutenzione predittiva. Oltre alla classica manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, negli ultimi periodi si sta affermando una pratica che, con grande lungimiranza, consente di ottimizzare il lavoro, ridurre i costi e prevenire i guasti: si tratta della manutenzione predittiva. Con questa innovativa forma di intervento, si valutano le condizioni dei macchinari, effettuando uno studio legato alle prestazioni standard, al logorio e alla velocità di usura, di deterioramento e di calo delle performance con l’obiettivo di riuscire a prevedere quando si presenterà un guasto, al fine di poter intervenire tempestivamente prevenendolo o comunque limitando al massimo le conseguenze.

[network]