Estorsioni e spedizioni punitive, numerosi arresti da parte della DIA di Trieste

15.09.2021 – 09:40 – Quest’oggi, la Direzione Investigativa Antimafia (DIA) in sinergia con il Nucleo di Polizia Economico e Finanziaria del Capoluogo Giuliano hanno emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di diverse persone indagate a vario titolo per plurimi episodi di estornsione aggravata dal metodo mafioso nei confronti di commercianti ambulanti del Veneto e del Friuli Venezia Giulia ai quali veniva intimato di non esercitare la loro attività sul territorio, in particolare nell’ambito della nota kermesse fieristica di Bibione denominata “I Giovedì del Lido del Sole”. Lo scopo era quello di riuscire ad ottenere un diretto controllo delle attività economiche e condizionare così il libero mercato e lo sviluppo economico e sociale della località balneare veneta. In alcuni casi ha sottolineato la D.I.A erano state organizzate delle vere e proprie spedizioni punitive con armi da fuoco per intimidire chi si cercava di ribellare al capo del gruppo criminale.

Attualmente, Polizia di Stato e Carabinieri, con l’ausilio di Guardia di Finanza e VIII Reggimento Genio Guastatori di Legnago, stenno effettuando ulteriori perquisizioni nelle abitazioni degli indagati sul territorio di Udine, Pordenone e Venezia.