Amministrative, Trieste News incontra, Riccardo Laterza

25.09.2021 – A Trieste, nel fine settimana del 3 e 4 Ottobre 2021, sarà tempo di elezioni. Pertanto, nel corso del mese di Settembre, la nostra testata incontrerà i dieci candidati sindaco per porre loro quattro quesiti in merito ai più importanti aspetti della società triestina di oggi e domani quali Lavoro, Giovani e Anziani, Turismo, Opportunità, e progetti futuri per una Trieste all’avanguardia e al passo con i tempi. In questa puntata del nuovo format “Trieste News Incontra” abbiamo intervistato il candidato sindaco di Adesso Trieste, Riccardo Laterza. Ventottenne, triestino, nato e cresciuto nel rione di Gretta, nel 2015 si è laureato presso l’Università IUAV di Venezia in “Pianificazione Urbanistica e Territoriale” e, nel 2018, ha conseguito un Master of Science in Urban Planning & Policy Design al Politecnico di Milano, affrontando il tema della produzione dello spazio pubblico da parte della cittadinanza attraverso la lettura di quattro casi di studio triestini quali il Giardino di Via San Michele, l’ex Pescheria, via Torino e l’Erboristeria La Raganella. Da due anni è ricercatore presso l’Istituto di Sociologia Internazionale di Gorizia, dove si occupa di pianificazione strategica e politiche territoriali, anche nell’ambito di programmi e progetti europei. Tra i fondatori di “Zeno” associazione culturale giovanile impegnata a coniugare all’interno di uno spazio d’aggregazione, arte, progetti e solidarietà, nel 2019, nell’ambito delle attività di quest’ultima, è stato impegnato in “TS4 – Trieste Secolo Quarto”, un percorso di progettazione partecipata sul futuro del Capoluogo Giuliano lanciato in occasione del 300mo anniversario della proclamazione del Porto Franco. TS4, inoltre, ha gettato un nuovo sguardo collettivo sulla Città e sui suoi rioni, ispirando fortemente il lavoro di Adesso Trieste. Tra gli obiettivi cardine della sua campagna elettorale c’è quello di creare una Città nella quale ogni persona possa realizarsi senza essere costretta ad emigrare altrove, ossia nel luogo in cui essa è nata e cresciuta e che chiama “casa”.

(g.t. & a.d.b.)