25.3 C
Trieste
mercoledì, 17 Agosto 2022

Triestina, più polemiche che gioco contro il Seregno, 0-0 all’esordio in campionato

28.08.2021 – Inizia con un pareggio il campionato di Serie C 2021/2022 della Triestina. L’esordio casalingo contro la neopromossa Seregno termina a reti inviolate, al termine di una partita nervosa in cui, effettivamente, per le occasioni create da ambo le parti, sarebbe stato velleitario sperare in una rete. 0-0 il punteggio, poche le occasioni ma tantissimi i cartellini: ben 10 i provvedimenti disciplinari presi dal direttore di gara, il signor Crezzini di Siena, con un’espulsione per parte. Insomma, più che una partita di calcio, quella andata in scena al “Nereo Rocco” è stata una vera e propria battaglia, che non ha avuto vinti né vincitori.

Inizia con un pareggio il campionato dell’Unione, che sicuramente partiva con attese migliori: non tanto perché non si considerasse il Seregno una formazione all’altezza (e se anche così fosse, il campo lo ha smentito), quanto perché dalla Triestina di Bucchi era lecito aspettarsi qualcosina in più quantomeno in termini di prestazione. Tirata d’orecchi la merita sicuramente il direttore di gara, il quale ha sin da subito perso il polso dell’incontro, scontentando tutti e contribuendo al nervosismo visto sul terreno di gioco. Bando ai disfattismi, comunque: era solo la prima giornata e l’Unione si presentava comunque con un paio di assenze. I rientri di Lopez, Rizzo e Sarno e l’inserimento dei due nuovi innesti Angiulli e Galazzi, più una crescita della squadra in termini fisici e una completa assimilazione da parte del gruppo dei dettami bucchiani daranno agli alabardati quel qualcosa che è mancato, già dalla prossima partita (sabato 4 settembre alle 17.30 contro la Juventus u23).

Triestina-Seregno 0-0: la cronaca.

Per l’esordio casalingo in campionato, Bucchi veste la sua Triestina con il consueto 4-2-3-1. Non ancora pienamente recuperato Lopez, il presidio sulla corsia mancina è tenuto da Giannò, mentre a centro difesa è Volta il compagno di Ligi. In mediana, accanto a Calvano è Giorico a orchestrare la manovra, mentre con Gatto e di Massimo alfieri laterali è de Luca a occuparsi della rifinitura alle spalle di capitan Gomez. Il Seregno viene invece disposto da Mariani con il 3-5-2, con Raggio Garibaldi fulcro del gioco e la coppia Cernigoi-Cocco in attacco.

Il primo tempo è molto spigoloso, tant’è che nei primi 25′ sono più gli ammoniti (due per l’Unione e uno nel Seregno) che le conclusioni verso le due porte. Complice della ruvidità della partita è sicuramente il direttore di gara, il signor Crezzini di Siena, che riesce a scontentare tutte e due le parti, negando rigori (come quello su di Massimo, che nell’occasione è ammonito per simulazione) e annullando la rete ospite di Scognamiglio per un fuorigioco dubbio. La Triestina sfiora il vantaggio in chiusura di primo tempo, con de Luca, imbeccato da una bella palla di Giorico, che sfiora la parte alta della traversa. Si chiude quindi sullo 0-0 la prima frazione.

Ripresa senza cambi, almeno inizialmente, visto che dopo appena 4′ finisce la partita di Raggio Garibaldi (peraltro appena ammonito) infortunato. Mentre il signor Crezzini continua ad attirarsi le ire bipartisan (al 59′ il pubblico casalingo reclama un rigore per un contrasto tra Giorico e Scognamiglio nell’area del Seregno) e Bucchi inizia a pescare i possibili jolly dalla panchina (entrano prima Paulinho per l’infortunato Calvano, poi Petrella che subentra a di Massimo) de Luca si fa espellere: già ammonito, al 71′ il fantasista alabardato si fa mandare sotto la doccia per un fallo su Jimenez, con gli alabardati che devono affrontare il finale di partita in dieci. Poco male, perché all’87’ anche Cocco, del Seregno, viene invitato a lasciare il campo dopo la seconda ammonizione. Nel frattempo, Bucchi si è giocato anche l’ultimo cambio, inserendo Procaccio al posto di Gatto; e il neoentrato, all’89’, si aggiunge al lunghissimo elenco degli ammoniti.

Triestina-Seregno 0-0: il tabellino.

Triestina-Seregno: 0-0.
Triestina (4-2-3-1):
 Offredi; Rapisarda, Volta, Ligi, Giannò; Giorico, Calvano (60′ Paulinho); Gatto (79′ Procaccio), De Luca, Di Massimo (66′ Petrella); Gomez. A disposizione: Martinez, Capela, Lopez, Procaccio, Baldi, Catania, Litteri, Dubaz, Iacovoni, Riccardi. Allenatore: Bucchi.
Seregno (3-5-2): Fumagalli; Galeotafiore, Gemignani, Scognamiglio; Invernizzi (83′ Palma), Vitale, Raggio Garibaldi (49′ Jimenez), D’Andrea, Zoia; Cernigoi (67′ Cortesi), Cocco. A disposizione: Lupu, Anelli, Aga, Signorile, Solcia, Iurato, Alba, Pani. Allenatore: Mariani.
Arbitro: Crezzini (Siena). Assistenti: Ferrari (Rovereto), Collavo (Treviso). Quarto ufficiale: Terribile (Bassano del Grappa).
Note: Ammoniti: Ligi, di Massimo, de Luca, Giannò, Procaccio (T); Cocco, Galeotafiore, Raggio Garibaldi (S). Espulsi: de Luca (T) al 71′, Cocco (S) all’87’. Recuperi: 2′ e 5′.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore