19.5 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Trieste scientifica e G20, ministra Messa: “Sono i diplomatici a decidere”

06.08.2021 – 19.01 – La nomina di Trieste quale sede del G20 dedicato alle tappe della ricerca e del digitale aveva sollevato le speranze del mondo scientifico giuliano: dopotutto la città era stata scelta al di là del ruolo di capoluogo “al confine” dell’Italia, di cerniera tra est e ovest, per il titolo di “capitale europea della scienza“, maturato l’anno scorso con ESOF 2020.
A questo proposito tuttavia proprio l’ex champion di ESOF 2020 e presidente della Fondazione Internazionale Trieste, Stefano Fantoni, aveva osservato che gli scienziati triestini non erano stati coinvolti: gli stessi itinerari in programma, come la visita all’ICGEB, sarebbero avvenuti egualmente, non erano stati preparati ad hoc.
Proprio a questo proposito, in chiusura alla conferenza della ministra della Ricerca e dell’Università Maria Cristina Messa, tra le domande dei giornalisti Il Piccolo ha chiesto il perchè di questo disinteresse.
Secondo la ministra “questi sono eventi in cui la diplomazia svolge il ruolo principale“; diplomazia la quale a sua volta invita i rappresentanti dei diversi stati membri, coi seggi riservati esclusivamente ai ministri. Pertanto, secondo Messa, non vi sarebbe stato spazio per gli scienziati. Inoltre “il mondo della scienza è stato coinvolto nella formulazione del documento finale” che sancisce i tre pilastri per la transizione digitale; e come lettrice e protagonista c’era proprio la “sherpa” Paola Inverardi, rettrice dell’Università dell’Aquila ed esperta di ICT.
In ogni caso, ha sottolineato la ministra, “è la seconda volta che vengo in Friuli Venezia Giulia” confermando che “la concentrazione di scienze e formazione qui è estremamente elevata”.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore