21.6 C
Trieste
lunedì, 15 Agosto 2022

Tokyo 2020, sesto oro azzurro, l’Italia del ciclismo è sul tetto del mondo

04.08.2021 – 14:00 – Se pensavate anche voi di aver visto tutto con il doppio oro conseguito lo scorso primo Agosto dagli atleti azzurri Tamberi e Jacobs, beh, ci eravamo sbagliati. Questa mattina, infatti, il quartetto italiano del ciclismo su pista ha conquistato la sesta medaglia d’oro nazionale alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Filippo Ganna, Simone Consonni, Francesco Lamon e Jonathan Milan hanno conquistato l’alloro a cinque cerchi battendo il temibile quartetto danese (campione del mondo in carica della specialità) e, come se non fosse già abbastanza, sono riusciti pure ad aggiornare il record del mondo già ampiamente migliorato in semifinale nella giornata di ieri: 3’42”032 il tempo, quasi due decimi meglio della Danimarca, che non ha potuto nulla contro la formazione di “Top” Ganna, statosferico soprattutto nell’ultimo chilometro dove, dopo aver preso in mano le redini della squadra azzurra ha recuperato da solo ben nove decimi di svantaggio al quartetto composto da Lasse Hansen, Frederik Madsen, Niklas Larsen e Rasmus Pedersen.

L’Italia del ciclismo su pista non conquistava una medaglia d’oro dai mitici Giochi Olimpici di Roma 1960 quando il 19 Agosto gli alfieri azzurri Marino Vigna, Luigi Arienti, Franco Testa e Mario Vallotto conquistarono il metallo più prezioso battendo la Germania con il tempo di 4’30” 90 contro il 4’35”78 conseguito da Kohler, Groning, Klieme e Barblen.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore