Un sorriso può cambiare la vita: la storia di Luana

06.07.2021 – 10.30 – Un sorriso può (letteralmente) cambiare la vita. Ce lo racconta Luana,pensionata triestina di 66 anni, molto sportiva e appassionata di tennis.

Qual era la sua problematica?

“Avevo già avuto in passato problemi a livello gengivale, di tenuta dei denti. Poi un giorno, durante le feste (prima del Covid) mordicchiando una pellicina mi si è rotto un dente; da lì è quindi emersa la problematica nel suo complesso”.

Che esperienze aveva avuto precedentemente? Aveva già provato ad affrontare questo problema? 

“Sì. Il mio precedente dentista mi aveva detto che questa problematica si sarebbe potuta risolvere solo con delle protesi mobili; io però sono un tipo piuttosto istintivo e sentivo di dover provare a vedere se si poteva fare qualcos’altro, speravo in una soluzione fissa”.

Quando è stato il momento di svolta? 

“Cercando un po’ in giro sono venuta a conoscenza dello Studio Caneva, ho chiesto di avere un incontro. Loro sono stati subito molto disponibili, e questo sotto le feste per me ha significato molto: è un segnale di serietà, che lo studio e sempre presente e pronto in qualsiasi situazione ed emergenza. Quindi ho preso l’appuntamento, ho fatto la visita e abbiamo deciso come procedere. Il dottore ha infatti svolto uno studio molto accurato sulla mia situazione e ha trovato come realizzare la soluzione fissa che speravo”

Aveva qualche timore prima di iniziare questo percorso? Com’è stata poi l’esperienza? 

“Avendo una situazione non facile, di denti non molto stabili, avevo il timore mi dicessero che non si poteva fare niente al riguardo. Poi però quando sono andata allo studio mi sono subito accorta di trovarmi davanti ad una squadra seria e professionale: dopo la visita molto precisa, mi hanno fatto subito delle panoramiche e altri esami specifici, ed è venuto fuori che si poteva tentare un approccio diverso. Si trattava di un lavoro molto lungo e impegnativo. Quindi ci siamo messi d’accordo e abbiamo detto ‘cominciamo’, e ho iniziato subito la cura. Il tutto è durato all’incirca un anno e mezzo”.

Percepisce un cambiamento nella sua vita? 

“A livello personale mi sento molto meglio, sia dal punto di vista della bella presenza che della salute. Perché alla fine la bellezza a volte è un po’ relativa, ma la cosa più importante è stare bene anche di salute”.

Come descriverebbe il Dottor Caneva come professionista? 

“Una persona straordinaria, precisa e meticolosa, che va direttamente al dunque, e questa è una cosa che mi è piaciuta molto perché mi ha dato prova di grande serietà. Quando posso metto sempre una buona parola per lo Studio che mi piace definire ‘una garanzia’, perché si ha la certezza di rivolgersi ad un team preparato e di andare incontro ad un lavoro fatto bene nell’ambito della salute. Quindi qualsiasi persona che incontro, anche ad esempio i miei amici quando mi fanno i complimenti per il mio sorriso – e ne sono molto contenta perché anche esteticamente è un lavoroa regolad’arte – ho la gioia di dire dove è stato fatto e quindi di parlare sempre bene dello studio Caneva e del suo team”.

[network]