Salita di Gretta, paura ed incertezza al civico 19. Otto famiglie sfollate

21.07.2021 – 06:00 – Al civico 19 di Salita di Gretta, a Trieste, alcune vistose crepe lungo le facciate di uno stabile, lo scorso Giovedì, hanno messo in allarme i suoi inquilini (8 famiglie) i quali sono stati fatti evacuare in piena notte dai Vigili del Fuoco in via precauzionale. Dopo i dovuti controlli ed accertamenti del caso, l’edificio non è stato più ritenuto agibile ed i suoi proprietari non hanno potuto rientrare nei rispettivi appartamenti se non per raccogliere alcuni beni personali assieme ai pompieri. Secondo quanto riportato dal quotidiano locale “Il Piccolo”, i residenti non hanno dubbi; il motivo delle crepe che hanno compromesso la stabilità e la sicurezza dello stabile va ritrovato nei lavori edili del vicino cantiere il quale sta provocando cedimenti strutturali all’edificio limitrofo. La vera causa, tuttavia, deve ancora essere acclarata in via ufficiale dagli esperti in materia. Ad ogni modo, le numerose famiglie continuano ad essere sfollate; alcune hanno trovato ospitalità presso parenti, altre alloggiano in un albergo a spese della Ditta di costruzioni.

Nel frattempo, il Comune di Trieste ha inviato un documento in cui invita l’impresa operante nei pressi del civico 19 a procedere con la messa in sicurezza dello stabile. I lavori proseguono senza sosta e, nella giornata di Lunedì  19 Luglio sono intervenuti in loco per effettuare un sopralluogo. Davanti al cantiere, infine, è comparso un cartello con allegato il documento del Comune di Trieste (Dipartimento Lavori Pubblici) indirizzato all’impresa di costruzioni, agli inquilini del condominio e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Trieste. Esso recita così: “Si fa seguito all’intervento dei vigili del fuoco del 15 luglio 2021 e alle relative determinazioni assunte al riguardo con dichiarazione di inagibilità delle unità immobiliari. Si diffida con la presente la spettabile impresa ad assumere immediatamente ogni lavorazione necessaria alla messa in sicurezza dello stabile in questione che manifesta le lesioni accertate dai vigili del fuoco, con particolare riferimento a quelle presenti sullo spigolo confinante al cantiere e prospicente la pubblica via”.

Ciononostante, gli inquilini restano piuttosto preoccupati per il futuro delle proprie abitazioni.