Vivere viaggiando: 5 professioni per chi ama girare il mondo!

21.07.2021 – 11.08 – Chi ama viaggiare sa bene che molte professioni non si sposano con la propria anima itinerante. Eppure, il mondo del digitale ha cambiato le cose, considerando che oggi sono presenti diversi lavori che danno la possibilità di godersi una vita in viaggio senza per questo rinunciare ad una fonte di guadagno assicurata. Vediamo dunque quali sono le professioni più adatte per chi desidera evitare di mettere radici in un certo luogo o paese.

Lavorare viaggiando? Non è un’utopia. Il mondo del lavoro è cambiato moltissimo, se si fa un confronto con il passato (anche) recente. Oggi la concezione di viaggio non viene più intesa come una semplice vacanza, ma come la possibilità di poter vivere una vita senza catene e senza radici: una vera e propria esistenza itinerante, senza per questo rinunciare al lavoro. Il merito non va esclusivamente alle professioni digitali, ma anche alle distanze geografiche, che si sono accorciate grazie ai voli aerei, sempre meno costosi e dunque accessibili a tutti, agli alloggi condivisi e la sharing economy in generale. Anche la fase di trasloco è diventata molto più semplice rispetto al passato, e persino il trasporto dei nostri amici a quattro zampe è stato reso decisamente più agevole, visto che ormai ci si può rivolgere a delle vere e proprie agenzie specializzate nella spedizione di animali in ogni parte del globo, un passaggio cruciale che un tempo avrebbe potuto mettere in crisi la decisione di partire, e che ad oggi è gestibile in assoluta tranquillità. Inoltre, rispetto a qualche anno fa, anche i mezzi di comunicazione sono migliorati, basti pensare alle chiamate e videochiamate effettuabili attraverso i siti di messaggistica istantanei disponibili su qualsiasi dispositivo elettronico, per non parlare della facilità dell’accesso ad internet grazie al roaming. Queste, e molte altre innovazioni, hanno permesso la nascita e lo sviluppo del nomadismo digitale e del lavoro itinerante, a dimostrazione che vivere viaggiando è possibile, e che l’unico limite è quello di avere un mestiere che consenta di farlo.

Le professioni migliori per vivere viaggiando. Si comincia con una professione oramai diventata molto diffusa, avente a che fare con il digitale, ovvero il travel blogger. Spesso chi vive viaggiando apre un blog dove racconta le proprie esperienze e i luoghi che ha visitato, sottolineandone i pro e i contro, dando consigli pratici e molto altro ancora. È un lavoro perché il sito consente di sfruttare varie fonti di monetizzazione, dagli annunci pubblicitari fino ad arrivare alle affiliazioni. Un secondo lavoro da tenere in forte considerazione è un grande classico che non tramonta mai, ovvero l’assistente di volo: non è semplice e bisogna faticare, ma è perfetto per i giramondo che desiderano scoprire paesi e culture lontane ogni giorno. Anche gli animatori nei villaggi turistici possono vivere viaggiando, sia in inverno che in estate, e lo stesso discorso vale per i musicisti impegnati nelle navi di crociera e in genere per tutti gli artisti itineranti. Si chiude con un’altra professione “da viaggio” come il fotografo, una figura freelance che può vivere delle proprie passioni e senza rendere conto a nessuno.

[network]