Finanze, soddisfazione generale per parere Corte dei Conti, ma c’è qualche critica…

22.07.2021 – 18.00 | La Corte dei Conti ha espresso una valutazione positiva sul Giudizio di parificazione del rendiconto generale della Regione FVG per l’esercizio 2020, testimoniando di fatto un’oculata gestione delle finanze locali da parte della Regione nel recente passato e il Presidente della Regione, Massimiliano Fedriga, non può che esserne soddisfatto.

“Quanto avviene nella nostra regione – ha commentato il Governatore del Friuli Venezia Giulia – può quindi essere un esempio a livello italiano anche in vista della sfida che aspetta l’intero Paese grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza.”. Non è stato facile, specie durante la pandemia che, spiega Fedriga “ha messo a dura prova la tenuta del sistema sociale in tutto il mondo“, ma la regione, in particolare il suo comparto produttivo “ha dimostrato una grande resilienza e ha retto, facendo registrare nel 2020 un seppur contenuto aumento dell’occupazione.”.

L’Assessore regionale alle Finanze, Barbara Zilli, ha espresso “soddisfazione per il giudizio di oggi, che è un riconoscimento al lavoro di grande attenzione che abbiamo serbato per l’ottimizzazione della spesa.”. Il parere positivo da parte della Corte dei Conti non è che una parte del percorso che la Regione deve affrontare: “È un passo importante di un percorso – spiega infatti l’assessore – che ci apre alle sfide del Pnrr e della programmazione Eu con maggiore consapevolezza e ottimismo.”.

Soddisfatto della valutazione anche il Presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia, Piero Mauro Zanin, che ha assicurato: “Terremo conto di queste indicazioni nel metterci al più presto al lavoro su queste tematiche, che interessano da vicino le nostre comunità, e coglieremo anche gli spunti relativi agli enti locali intermedi e alle loro aggregazioni, in modo da poterli mettere in condizione di dare risposte ancora migliori ai cittadini.”.

Non tutte le voci si esprimono però in tono positivo: alla Giunta Regionale arrivano infatti anche delle critiche e, a muoverle, è il membro della Commissione Paritetica Stato-Regione Salvatore Spitaleri, che in merito alla questione ha dichiarato che la Giunta dovrebbe scusarsi “per aver realizzato un avanzo, cioè un un risparmio, di 362 milioni che invece nel 2020 dovevano andare in ‘spesa buona’ a supporto della gravissima crisi economica e sociale in piena pandemia.”.