14.2 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Energia e gas: dal primo luglio maxi stangata

07.07.2021 – 11.00 – Si era già parlato a giugno del rialzo vertiginoso dei mercati delle materie prime e di conseguenza del prezzo dell’energia elettrica e del gas.
Le previsioni terrificanti che sono state fatte in precedenza, dal 1°luglio sono diventate la realtà di molte famiglie italiane. Infatti, la famiglia tipo che è ancora in regime di “maggior tutela” (cioè che non ha scelto un fornitore del mercato libero e quindi è fornita o da “Energia Base Trieste di Acegas” o da “Servizio Elettrico Nazionale di Enel”), vedranno le bollette del prossimo trimestre lievitare del 9,9% per l’energia e del 15,3% per il gas metano.
Le nuove tariffe comunicate dall’Autorità (ARERA) saranno valide per il trimestre luglio-agosto-settembre. Dal 1° ottobre ci sarà l’ultimo aggiornamento dell’anno che con ogni probabilità, secondo gli esperti, confermerà il trend di rialzo che ha caratterizzato tutto il 2021.

Decreto Salvabollette per limitare i danni: se pensiamo che questi rincari siano alti (e lo sono), devi sapere che in realtà sono stati limitati grazie all’intervento del Governo con il “Decreto Salvabollette” che ha stanziato ben 1,2 miliardi di euro a copertura degli Oneri di Sistema per il trimestre luglio-agosto-settembre.

Bonus Sociale Automatico: fortunatamente dal 1° luglio è anche attivo il Bonus Sociale Automatico. Questo bonus è uno sconto che viene applicato sulle bollette di energia elettrica e gas ed è dedicato alle famiglie che hanno un ISEE inferiore a 8.265€ o 20.000€ (se hanno più di 3 figli). Da luglio di quest’anno non servirà più fare richiesta all’Agenzia delle Entrate, ma basterà fare l’ISEE e in automatico verrà applicato lo sconto in bolletta.

Soluzioni Alternative: questa ondata di aumenti non colpirà tutte le famiglie, ma, come detto prima, solo quelle che sono in regime di maggior tutela o che sono già sul mercato libero ma con un’offerta a prezzo variabile. Coloro che invece, hanno già scelto un fornitore del mercato libero con un’offerta a prezzo fisso, non risentiranno di questi rincari.

Scegliere l’offerta giusta o il fornitore giusto non è una cosa facile, ma oggi più che mai è indispensabile se si vuole evitare o quantomeno limitare i danni di un mercato sempre più difficile e costoso. La soluzione migliore per aziende e privati, è quella di affidarsi a professionisti del settore che riescono a prevedere in anticipo queste situazioni e che ti mettano al riparo il più possibile da questi aumenti improvvisi.
La fine della maggior tutela (prevista per il 31 dicembre 2022) è inevitabile. Fare la scelta giusta è fondamentale.

Manuel Flaugnacco 

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore