Accordo COMET-Co.SELAG: la metalmeccanica FVG nel Punto Franco

L'accordo continuativo prevede la promozione dei servizi di COMET nel Punto Franco Industriale

29.07.2021 – 06.00 – I metalmeccanici al servizio dell’industria giuliana: così si potrebbe riassumere l’accordo di collaborazione siglato tra Co.SELAG e COMET, rispettivamente il Consorzio di Sviluppo Economico Locale dell’Area Giuliana, capitanato dal Presidente Zeno D’Agostino e il Cluster della metalmeccanica FVG, guidato dal presidente Sergio Barel. Ciascheduno, a suo modo, un colosso del settore: Co.SELAG è il soggetto che pianifica la zona industriale del Punto Franco di Trieste, con il compito non solo di connettere il porto con il suo immediato entroterra, quanto di rilanciare l’industria giuliana nella zona retroportuale. COMET, a sua volta, coordina 3800 imprese, con 58mila occupati e 5,8 miliardi di euro di export: quasi la metà (il 48%) delle imprese manifatturiere della Regione. Eppure, nonostante i numeri, a confronto con i cugini veneti e lombardi, COMET fatica a essere concorrenziale; e in tal senso l’accordo con la peculiare struttura del Co.SELAG e del connesso scalo giuliano potrebbe rappresentare un originale asso nella manica. Barel in tal senso non ha nascosto ambizioni europee, se non internazionali, già solidamente avviate con la partecipazione a diversi progetti dell’Unione Europea. In questo contesto i due enti si sono impegnati in una reciproca collaborazione, volta a fornire nel caso di Co.SELAG supporto alle imprese regionali, mentre per quanto concerne COMET fornendo servizi e attività per rivitalizzare il Punto Franco Industriale.

“La firma di questo accordo di collaborazione con COMET ci vede molto soddisfatti – dichiara Zeno D’Agostino, Presidente di Co.SELAG – In un’ottica di collaborazione con una realtà molto vicina alle imprese del settore della metalmeccanica si porterà avanti la nuova missione del Consorzio quale ente facilitatore e promotore dei network e delle reti d’impresa, fondamentali per far crescere ancora di più l’intero comparto e per rendere dinamico ed attrattivo il territorio giuliano anche per gli investitori esteri”.

Sergio Barel, Presidente di COMET, si è dichiarato concorde, affermando che “La nostra missione è potenziare il comparto della metalmeccanica regionale affinché diventi un modello d’eccellenza internazionale. Un obiettivo che perseguiamo cogliendo le reali necessità degli imprenditori e strutturando progetti e strategie di supporto che si traducono in reali opportunità. Da sempre, COMET punta sulla forza della collaborazione, sullo scambio di competenze e conoscenze anche con il recente accesso ai progetti Europei in ambito di R&D e di cooperazione. In quest’ottica, le attività sinergiche che avvieremo con Co.SELAG non potranno che tradursi in reale valore aggiunto per l’economia regionale”.

[z.s.]