14.2 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Tram di Opicina, il processo si chiude con una condanna e un’assoluzione

18.06.2021 – 12.00 – Sono ormai passati cinque anni dall’incidente del Tram di Opicina, quando le due vetture scontratesi causarono otto feriti e un blocco alla circolazione della storica tranvia, d’allora rimasta ferma. Se i lavori per il tram ancora stentano a decollare, si è invece concluso il primo grado di giudizio del processo a carico dei conducenti delle reciproche vetture.
Inizialmente il PM aveva chiesto 1 anno e 4 mesi di disastro colposo per entrambi, ma ora la condanna si è biforcata: uno degli autisti di Trieste Trasporti è stato condannato a 8 mesi di reclusione, mentre l’altro è stato assolto. Specificatamente è stato condannato l’autista che guidava la vettura di linea, mentre il responsabile della 404 che usciva per un giro di prova è stato assolto. Sebbene il giudizio rimanga ancora incerto e si parli già di appello, in quest’ultimo caso la posizione sembra essere chiara: l’autista aveva fatto uscire la quarta vettura dal deposito di Opicina come da legge, per testare la tenuta di un cuscinetto. Assolto – ha confermato il giudice – perché il fatto non costituisce reato. Il condannato invece dovrà teoricamente risarcire tanto le spese processuali, quanto la stessa Trieste Trasporti.

[i.v.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore