14.3 C
Trieste
sabato, 26 Novembre 2022

Rapporti UE-FVG, per Nicoli (FI) priorità a “autostrade del mare”, dragaggi e revisione PURG

22.06.2021 – 16.45 | “Tre proposte che nascono da una visione innovativa del Fvg e dell’Italia, che necessitano di infrastrutture efficienti e sostenibili”. Così il capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale, Giuseppe Nicoli, inquadra le integrazioni, annunciate oggi nella V commissione, alla Risoluzione della Sessione europea 2021 (Indirizzi relativi alla partecipazione della Regione alla fase ascendente del diritto dell’Unione europea), che sarà votata in Aula domani mercoledì 23 giugno.

“Auspichiamo – Nicoli illustra i contenuti di una delle proposte – che lo sviluppo della mobilità interregionale si concretizzi anche per mezzo delle cosiddette “autostrade del mare”, in grado di collegare, con finalità logistiche e turistiche, le principali località marittime e nuove stazioni marittime d’imbarco. Una forma di mobilità sostenibile e attenta all’ambiente, in alternativa alla mobilità tradizionale su gomma e ferro, che rappresenta anche una possibile chiave di volta del rilancio turistico sulle nostre coste”.

Nicoli, inoltre, ritiene fondamentale “che lo sviluppo del trasporto marittimo di merci possa contare su infrastrutture efficienti e sostenibili: è urgente, in primis, provvedere immediatamente ai dragaggi dei canali dei porti della nostra regione”. Porti di Trieste e Monfalcone che il capogruppo forzista vede “a servizio del territorio e non viceversa: non possiamo pensare che i nostri scali marittimi facciano del Fvg una grande zona logistica, bensì la regione deve rilanciare la sua vocazione manifatturiera”.

Infine, Nicoli chiede di inserire nella Risoluzione finale della Sessione europea 2021 una raccomandazione, quella di “armonizzare gli strumenti di pianificazione esistenti (Piano energetico regionale, Piano di governo del territorio e Piano paesaggistico regionale) in un’ottica di revisione del Piano urbanistico regionale generale (Purg, risalente al 1978, il che rappresenta oggi un punto di debolezza), sulla quale basare il rilancio infrastrutturale della Regione”.
C.S. Giuseppe Nicoli (FI).

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore