Porto Vecchio, al via dall’inverno 2022 i lavori per la pista ciclabile

14.06.2021 – 08.00 – Il tratto del Porto Vecchio percorribile dai cittadini, che si protende da Largo Santos, attraverso il varco liberty di Giorgio Zaninovich, proseguendo fino alla Centrale Idrodinamica e al Centro Congressi, è ancora una zona inadatta al traffico dei pedoni.
Non c’è un marciapiede, né un riparo da sole per chi cammina; i ciclisti continuano ad avere incidenti a causa degli antichi binari; e l’illuminazione, specie per il primo tratto, è mancante. Il Comune di Trieste progetta pertanto di modificare l’area per implementare la pista ciclabile a lungo discussa, così come un marciapiede ombreggiato dagli alberi e un sistema d’illuminazione. L’operazione, per un gran totale di 10 milioni, dev’essere ancora validata; poi andrà in gara questo giugno 2021 e i lavori veri e propri inizieranno nell’inverno 2022, Covid permettendo.
Nell’occasione verranno anche eliminati i posticci posteggi nella zona tra Largo Santos e il primo tratto della bretella fino al Magazzino 11; si preferirà invece la zona del magazzino 26 per le automobili. Un nodo particolarmente difficile da sciogliere è trapelato da un’intervista de Il Piccolo, dove il sindaco Dipiazza ha commentato che “Attendevamo che fosse tolto il vincolo dai binari che attraversano la strada e che attualmente la rendono oltremodo sconnessa e pericolosa”. Binari storici al centro, negli anni scorsi, di grandi discussioni specie per la ventilata ipotesi di una linea ferroviaria/tramviaria.

[z.s.]