Pallanuoto, vittoria per l’u20 tra le scorrettezze avversarie, pari per l’u18

22.06.2021 – Un pareggio e una vittoria per le giovanili della Pallanuoto Trieste nel fine settimana passato, in cui le rappresentative u18 e u20 sono state impegnate nei campionati giovanili del Triveneto. Un pareggio, si diceva, per l’u18, impegnata nella difficile trasferta contro i Rangers Vicenza, e una vittoria per l’u20 contro i pari età della Fondazione Bentegodi, in una partita che però porta con sé degli strascichi.

Come si legge nella delibera del Giudice Sportivo, infatti, è stato omologato il risultato di 1-32 per gli alabardati, ma le conseguenze per la squadra scaligera sono ben più gravi di una semplice sconfitta, dal momento che la gara è stata segnata dalle intimazioni dell’allenatrice e di un dirigente della Fondazione Bentegodi ai propri giocatori, ai quali veniva dato “l’imperativo di “commettere fallo grave” al fine di terminare l’incontro in anticipo per mancanza di numero minimo di giocatori consentito dal Regolamento” e di contenere la sconfitta nello 0-5 a tavolino. Allenatrice e dirigente sono stati sospesi per 90 giorni, mentre la società è stata multata di 500€ e il suo comportamento “stigmatizzato”.

Per l’u18, invece, arriva un pareggio contro i pari età dei Rangers Vicenza, che subiscono il primo stop dopo 4 vittorie consecutive. Al Palazzetto del Nuoto di Vicenza, termina 8-8 tra le due formazioni.