14.7 C
Trieste
mercoledì, 5 Ottobre 2022

L’OGS Trieste analizza le peculiarità del fondale dello scalo giuliano

02.06.2021 – 08.30 – L’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale – OGS di Trieste che nel prossimo futuro trasferirà una delle proprie sedi nel Magazzino 26 del Porto Vecchio è attualmente impegnata in una nuova ricerca tutta “giuliana”.
I propri ricercatori sono infatti impegnati in una serie di rilievi geofisici nell’area portuale di Trieste per migliorare la conoscenza del fondale marino e dei sottostanti sedimenti. Si tratta di un’area di notevole importanza strategica per il porto; d’altronde, dalla concessione della patente di libera navigazione (2 giugno 1717) di cui oggi ricorre il 304esimo anniversario ad oggi, proprio la profondità del golfo di Trieste ha giocato a suo favore, garantendone la fortuna commerciale.

La ricaduta di queste misure è duplice: da un lato vengono sperimentati utilizzi innovativi della strumentazione scientifica in dotazione a OGS, dall’altro queste informazioni potranno risultare di grande importanza per i diversi attori che operano nel porto di Trieste, come ad esempio Capitaneria di Porto, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, piloti, vigili del fuoco, per migliorare la conoscenza e la gestione degli spazi marini portuali.

[i.v.]

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore