Giardino Pubblico, “Piazzale Ave Ninchi” concesso dal Comune ad Associazioni sportive e culturali

14.06.2021 – 14:30 – Si è svolta questa mattina presso il Piazzale Ave Ninchi del Giardino Pubblico Muzio de Tommasini, a Trieste, la Conferenza Stampa di presentazione dell’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale pensata per concedere un’ampia area verde all’aperto alle attività delle Associazioni Sportive Dilettantistiche cittadine. Alla riunione hanno preso parte l’Assessore ai Lavori Pubblici del Municipio del capoluogo giuliano, Elisa Lodi e i tecnici comunali. Presente in rappresentanza delle società sportive, il patron della Società Ginnastica Triestina, Massimo Varrecchia, assieme ad alcuni giovanissimi atleti e relativi istruttori della sezione di Ginnastica Artistica.

L’Amministrazione Comunale, preso atto delle ripercussioni che le normative in materia di contenimento della pandemia da Covid-19 hanno avuto sul benessere psicofisico di larghe fasce della cittadinanza e sul reddito degli operatori del settore, ha introdotto con D.G.N 253/2020 e 137/2021, la deroga (fino al 31 Ottobre 2021) alla disposizione del Regolamento comunale sul verde in ordine al divieto di svolgere attività a pagamento all’interno delle aree verdi pubbliche, con l’obiettivo di favorire lo svolgimento all’aperto di attività educative, ludiche, scolastiche, ricreative, culturali e sportive. L’iniziativa si coniuga con una delle principali funzioni del verde urbano come spazio polifunzionale che contribuisce alla qualità di vita e al benessere psicofisico dei cittadini. In questi mesi sono state autorizzate circa 30 Associazioni sportive, culturali, scoutistiche e gruppi scolastici i quali, grazie all’intervento del Comune hanno potuto garantire lo svolgimento di una molteplicità di attività a beneficio di tutte le fasce della popolazione. Tra queste, l’attività motoria per anziani, il canto, il teatro e discipline sportive per bambini e adulti, oppure le attività dedicate alle madri in gravidanza o allattamento.

Tra tutti i giardini urbani e dell’altipiano, il Muzio del Tommasini è stato quello maggiormente interessato dalle richieste, a testimonianza dell’elevato valore socio culturale che questa storica area verde di Trieste rappresenta per la nostra città.

Il commento di Elisa Lodi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Trieste:

“Abbiamo deciso di prorogare fino all’arrivo dell’autunno la deroga entrata in vigore la scorsa estate perchè ci sembrava giusto, visto il clima di incertezza dettato dall’attuale situazione pandemica, continuare a concedere aree verdi all’aperto a tutte quelle associazioni sportive e culturali che avessero bisogno di spazi per svolgere le proprie attività”.

“Inoltre, – ha continuato Lodi –  al Giardino Pubblico de Tommasini, dopo un sopralluogo dei Vigili del Fuoco su una giostra lignea collocata all’interno dell’area gioco nella parte nord del Parco, abbiamo provveduto ad avviare un bando per l’acquisto di una nuova, ma sempre di grandi dimensioni (a forma di nave) dal valore di 100.000 euro. Si tratta di un gioco costoso ma che rispetterà tutte le moderne normative di sicurezza. Dopo la sua installazione restituiremo un’area gioco moderna e sicura a tutti i bambini della nostra Città”.

“Infine, – ha concluso l’Assessore – sono in arrivo i nuovi pezzi per la ricostruzione dell’altalena per i bambini più piccoli la quale la scorsa settimana era stata danneggiata da alcuni vandali. Entro un mese, ha rassicurato Lodi, il gioco sarà completamente ripristinato”.