18.9 C
Trieste
domenica, 25 Settembre 2022

Pallanuoto maschile, Brescia campione d’Italia, Pro Recco ko in gara4

27.05.2021 – Fine di un’epoca o semplice “pausa di riflessione”? Chissà. Certo che – dopo 14 anni di fila – vedere alla voce “Campione d’Italia” dell’albo d’oro della pallanuoto un nome che non sia quello della Pro Recco fa uno strano effetto. Grande merito al Brescia, che dopo otto finali consecutive perse, centra finalmente il traguardo, vincendo 3-1 la serie finale al meglio delle cinque partite. Per i lombardi si tratta del secondo titolo nazionale, a 18 anni di distanza dal primo, datato 2002/2003. Nell’altra gara di giornata, gara2 della finale per il terzo posto, Savona chiude il discorso battendo Palermo per 13-18. Adesso, al campionato maschile, manca solo l’ultima giornata del girone playout per concludersi.

Nonostante le appena 24 ore trascorse da gara3, Brescia-Pro Recco è vivace e godibile sin dall’inizio. Sono gli ospiti, partiti con più grinta, a passare per primi in vantaggio, ma Brescia è in partita e ribalta presto il punteggio. Il pari ospite è solo temporaneo perché, prima della fine del parziale, i padroni di casa si spingono sul 4-2, che diventa 5-2 in apertura di secondo periodo. Recco accorcia, riportandosi sul -1, ma i bresciani sono bravi nello sfruttare il nervosismo avversario e le superiorità numeriche, portandosi sul 7-4. Recco non molla e accorcia ancora: a metà partita, la gara è sul 7-6. Nel terzo periodo, dopo la sfuriata ligure, Brescia ricomincia come nella prima parte di gara e si riporta sul +3. È l’allungo decisivo: nel quarto periodo Recco cerca la rimonta, che si ferma sull’11-10 grazie anche alle parate del portiere bresciano. L’epilogo, dopo quattordici anni di dominio incontrastato della Pro Recco e dopo otto finali consecutive perse da Brescia, racconta che lo Scudetto cambia padrone: da Recco, il titolo si sposta a Brescia.

A Palermo è grande lotta nei primi due parziali tra siciliani e Savona. Gli ospiti si spingono sullo 0-3, ma vengono raggiunti e superati dalla rimonta palermitana. Il pari arriva proprio in extremis, con il primo periodo che si chiude sul 4-4. La prima metà del secondo parziale è appannaggio dei liguri, che si spingono sul +2, prima di una nuova reazione dei palermitani, che scavalcano ancora gli ospiti portandosi sull’8-7. Manca poco al cambio di campo, ma c’è comunque il tempo per il pareggio ligure e per il nuovo vantaggio (9-8) palermitano. Nel terzo periodo è assolo savonese: i liguri decidono infatti di accelerare e di chiudere la partita, spingendosi sul 9-13. Tante reti anche negli ultimi 8′, che non servono però a cambiare le sorti della partita: sono i liguri a vincere e a piazzarsi al terzo posto, grazie al 13-18 di gara2, che fa il paio con l’8-5 di gara1.

Finale Scudetto Serie A1 maschile:
Brescia-Pro Recco: 11-10 (serie: 3-1).

Finale terzo posto:
Palermo-Savona: 13-18 (serie: 0-2).

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore