I ragazzi di San Martino al Campo ripuliscono la spiaggia di Miramare

Nonostante l'Area Marina Protetta non mancano i rifiuti dal vicino Bagno Sticco

11.05.2021 – 17.18 – Giornata di pulizie a Miramare oggi per i 15 ragazzi del progetto Non uno di meno, della Comunità di San Martino al Campo, in collaborazione con AcegasApsAmga e WWF Area Marina Protetta di Miramare.
I ragazzi hanno iniziato l’attività a metà mattina a partirà dal bagno Sticco, dove il vicino torrente è purtroppo spesso portatore di rifiuti abbandonati. Accompagnati dallo staff del WWF hanno così continuato la pulizia fino alla spiaggia protetta di fronte alle scuderie di Miramare.
Grazie alla raccolta effettuata, insieme ad AcegasApsAmga e allo staff del WWF, i ragazzi hanno potuto vedere in prima persona quante tipologie di rifiuti arrivano sulle spiagge, scoprendo che i tempi di degradazione di questi materiali sono piuttosto lunghi.

Per comprendere a fondo quanto i rifiuti influenzino l’ambiente che ci circonda, l’attività è proseguita nei laboratori del WWF AMP Miramare. Qui i ragazzi hanno potuto toccare con mano il problema delle microplastiche setacciando un campione di sabbia prelevato dalla spiaggia. Hanno così osservato, anche con l’aiuto di vetrini e microscopi, la presenza di diversi micro frammenti di rifiuti e di fibre sintetiche che sfuggono all’occhio umano ma che rappresentano una grave problema per gli ecosistemi marini, oltre che per la salute umana. Infine, i ragazzi hanno potuto osservare, attraverso l’uso di una centrifuga, uno dei processi di produzione delle microfibre: il lavaggio dei vestiti sintetici che avviene nelle nostre lavatrici ogni giorno.
L’attività si è poi conclusa con un tour guidato al BIOdiversitario MArino (BioMa), il Museo immersivo dell’Area Marina Protetta di Miramare.

[i.v.]