“Caffè letterari da Svevo a Magris”, il video animato presentato al Revoltella

29.05.2021 – 13.01 – Si è tenuta nel pomeriggio di ieri, venerdì 28 maggio, la proiezione del video animato “Caffè letterari da Svevo a Magris”, dal sottotitolo “L’intuizione dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria, dal Porto Franco a nuovi scenari culturali”, progetto a cura dell’Associazione culturale Opera Viva e gli istituti scolastici superiori cittadini.
Nato in tempi pre-pandemici, ossia l’autunno del 2020, si è poi sviluppato a distanza con le ormai note modalità di videoconferenza ma, come sottolineato da Lorena Matic, ideatrice e curatrice, la scelta del video animato “si è rivelata una scelta fortunata. L’obiettivo è sempre stato quello di mettere in relazione i diversi istituti scolastici, e ci siamo sicuramente riusciti”. Una fortissima emozione, quindi, per gli studenti presenti poter assistere alla proiezione e conseguente premiazione in presenza, nella cornice del Museo Revoltella di Trieste, che ha ospitato gli insegnanti e ragazzi coinvolti nel progetto a cui hanno partecipato il Conservatorio di musica Tartini, l’Istituto tecnico statale Deledda Fabiani, il Liceo artistico Nordio, il Liceo linguistico Prešeren, il Liceo umanistico e socio-economico Slomšek e il Liceo scientifico Galilei.
Realizzato con bando della Regione Friuli Venezia Giulia e la collaborazione del Comune di Trieste, l’evento ha avuto luogo alla presenza dell’assessore ai giovani Francesca De Santis che ha voluto manifestare personalmente “la gioia di rivedervi oggi in presenza dopo tanto tempo per un progetto molto interessante; questo tipo di progetti vanno promossi sempre di più nelle scuole perché danno la possibilità ai ragazzi di intraprendere delle attività che non verrebbero svolte all’interno del normale orario scolastico”. Una contaminazione positiva, come quella “che i poeti e i grandi letterati hanno saputo creare nei Caffè della nostra città” ha proseguito De Santis, “in modo non banale queste opportunità tengono viva la curiosità, che vi auguro di non perdere mai” ha concluso rivolgendosi ai ragazzi.

Per mettere in luce la letteratura e l’unicità dei Caffè storici triestini sono stati utilizzati i testi degli studenti dello Slomšek: di Marco Ghersetich, Christian Blason, Sophie Aniaku, Nikol Calabrese, Blanka Kravos e Lorenzo Stricca il racconto dal titolo “Strani incontri a Trieste” e, di Ilaria Vecchiet “Caffè San Marco – Smascherati dalle maschere”. Il giovane regista triestino Davide Salucci, studente del Centro Sperimentale Cinematografia di Roma, ha diretto, animato e montato il video ispirato alle opere di Svevo, Saba e Magris, raccontando la storia dell’evoluzione di Zita, la protagonista, passata da idea a disegno – realizzato da Giulia Mauro, del Liceo artistico Nordio – e poi caratterizzata tenendo conto delle “debolezze” che suscitano nello spettatore la più forte reazione empatica. La colonna sonora è stata affidata al Chromatic Harp Ensemble, del Conservatorio Tartini, le voci appartengono agli studenti del Liceo linguistico France Prešeren ed infine, la registrazione dei movimenti e le simulazioni 3D sono a cura dei ragazzi del Deledda Fabiani.
Sempre per la regia di Salucci, l’audiovisivo in stop motion realizzato dagli alunni della classe terza della scuola primaria Nievo di Premariacco, dal titolo “Coffee Parade”: un laboratorio che rientra in “Atto II”, che Opera Viva dedica alle esperienze legate al territorio e, in questo caso, proprio al caffè.

mb.r