Sette semplici consigli per il risparmio energetico quotidiano

29.04.2021 – 10.30 – Il 22 aprile abbiamo festeggiato la Giornata Mondiale della Terra, un giorno simbolico che ci ricorda l’importanza di preservare e di prenderci cura della cosa più preziosa che abbiamo: casa nostra. Ci sono oltre 7 miliardi di abitanti che vivono sulla Terra e senza il suo eco-sistema perfetto, la vita non esisterebbe. Continuare a sperperare le risorse naturali, significa abbattere ogni giorno un pezzetto di casa finché, un giorno, non esisterà più una casa dove vivere e a quel punto sarà troppo tardi. Ci sono numerosi cambiamenti che sarà necessario fare, ma i primi, quelli più semplici e che non ci costano nulla, anzi, ci fanno anche risparmiare qualche soldo, sono quelli legati al risparmio energetico.

Quando si parla di risparmio energetico, siamo abituati a pensare a risparmi rilevanti che comportano quasi sempre degli investimenti di denaro anche importanti (es. installazione di fotovoltaico, ecc). In realtà, anche delle piccole azioni quotidiane possono bastare per ottenere un significativo risparmio energetico. Vediamo quindi sette piccoli accorgimenti quotidiani che ci permettono di celebrare ogni giorno la “Gionata Mondiale della Terra”:

  • Dispositivi in Stand-By: Molti dispositivi, anche se sono spenti, in realtà generano comunque un piccolo consumo di energia. Basti pensare al televisore che, anche se spento, continua comunque ad avere una piccola luce led rossa sempre accesa. Questa piccola lucina per rimanere accesa ha bisogno di alimentazione e quindi continua a consumare energia continuamente. Stessa sorte anche per il PC lasciato in Stand-By. Buona prassi, quando non si usa il PC, è quello di togliere la spina dell’alimentazione, altrimenti questa continuerà a prelevare e consumare corrente per mantenere il PC in Stand-By. Questi sono solo alcuni esempi, ma potremo andare avanti all’infinito.
  • Caricabatterie sempre collegati: Ormai i dispositivi come Smartphone e Tablet sono diventati un accessorio fondamentale della nostra vita. Facciamo un uso così massivo di questi dispositivi che necessitano di almeno una carica giornaliera, in molti casi anche due. Questo tende a farci lasciare i caricabatterie sempre collegati alla corrente, in modo che all’occorrenza ci basta solo collegare il cavetto al volo e parte subito la carica. Purtroppo, anche il caricabatterie che in quel momento non è collegato al dispositivo, genera un consumo di corrente. Un consumo totalmente inutile. Per questo, è buona prassi scollegare sempre il caricabatterie dalla spina e collegarlo solo quando è necessario.
  • Climatizzatore: Sia che parliamo di riscaldamento che di raffrescamento, il climatizzatore bisogna utilizzarlo con cautela. Infatti, molte persone tendono ad impostare temperature troppo alte o troppo basse per fare in modo che riscaldi o raffreschi l’ambiente il più velocemente possibile. Questo però è un errore tanto grave, quanto inutile, in quanto il climatizzatore raggiungerà la temperatura desiderata nello stesso tempo che ci metterebbe impostando la temperatura giusta, solo che nel primo caso, consumerebbe molta più energia del necessario per raggiungere l’obiettivo.
  • Ventilatore: Nella stagione estiva, chi non ha installato un climatizzatore ed è costretto a subire le temperature torride dell’estate, si avvale del ventilatore. Il ventilatore, non ha la funzione di raffrescare l’ambiente, ma semplicemente di ventilarlo dando una sensazione di sollievo momentanea. Quando si esce di casa quindi, è buona norma spegnerlo perché tanto non raffrescherebbe l’ambiente e rimarrebbe accesso, consumando energia, inutilmente.
  • Scaldabagno Elettrico: Per coloro che non sono dotati di riscaldamento a metano, lo scaldabagno è sicuramente la scelta più utilizzata. Lo scaldabagno ha la funzione di immagazzinare dell’acqua in un serbatoio e di riscaldarla. Lasciare lo scaldabagno sempre acceso, significa tenere sempre l’acqua ad una certa temperatura. È buona prassi quindi accenderlo solo quando è necessario.
  • LED: È risaputo ormai da tempo che i LED sono molto più performanti rispetto alle lampade tradizionali, sia in termini di luminosità, che di consumo energetico, che di durata. Utilizzare un’illuminazione a LED è quindi la scelta migliore che si può fare.
  • Domotica: La domotica è quella cosa che ti permette di migliorare la tua vita domestica, controllando da un unico dispositivo tutte le apparecchiature elettroniche legate alla casa. Investire in questa tecnologia, ti permette di controllare maggiormente i tuoi consumi domestici e programmare gli orari di attività di determinati elettrodomestici (es. riscaldamento e raffrescamento), ottimizzando i consumi.

Tutte queste semplici azioni, ci portano a migliorare la nostra vita quotidiana, a risparmiare energia (quindi anche soldi) e ci consente di evitare di inquinare inutilmente il nostro Pianeta. A conti fatti, utilizzando questi sette piccoli accorgimenti, potrai ottenere un risparmio economico che si aggira dai 20 ai 30€ annui, ma il beneficio più grande sarà a favore di quel piccolo Pianeta del sistema solare che noi chiamiamo “Casa”.

Manuel Flaugnacco