18.3 C
Trieste
martedì, 4 Ottobre 2022

Apertura negozi su appuntamento in zona rossa: la proposta di Federmoda Fvg

03.04.2021 – 11.15 – Un trattamento discriminatorio nei confronti dei negozi di moda, tessile, abbigliamento, calzature, pelletteria e accessori. E’ quanto denunciato da Federmoda nazionale, tramite il suo presidente Renato Borghi, che in una lettera al ministro dello Sviluppo economico Giorgetti, sottolinea come queste siano le “uniche attività commerciali, con i negozi di gioielli e mobili, ad essere assoggettate a misure restrittive con la chiusura obbligatoria nelle fasce rosse”.
Questo stato di cose “non permette programmazione e accresce le preoccupazioni per le imponenti rimanenze di magazzino di prodotti che, se non venduti nella stagione, sono soggetti a notevole deprezzamento. Gli indennizzi anche del Decreto Sostegni” aggiunge Borghi “sono stati troppo selettivi e le risorse necessarie per far fronte alle scadenze fiscali e contributive, con addetti, proprietari immobiliari, fornitori e utenze, sono veramente insufficienti”.

Plaude all’iniziativa il gruppo Confcommercio Federmoda del Friuli Venezia Giulia che alle proposte nazionali – dalla riduzione della soglia minima di perdita dal 30 per cento al 20 per cento all’estensione del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo e affitto d’azienda, dalla proroga della sospensione di versamenti tributari e contributi all’immissione di liquidità garantita e senza merito creditizio con scadenza decennale – aggiunge la sollecitazione a prevedere quanto prima possibile “aperture pure in zona rossa su appuntamento. Rinunciamo alla giornata del sabato, ma il governo deve comprendere la drammaticità del momento e consentirci, a negozi chiusi, la possibilità di ospitare il cliente, con una prenotazione della visita, dal lunedì al venerdì. Tutto il Nord Europa ha adottato questo sistema durante i lockdown. I risultati sono ottimi”, afferma la presidente di Confcommercio Federmoda Fvg Antonella Popolizio, anche a nome dei presidenti provinciali di Gorizia Antonella Pacorig, Trieste Roberto Rosini e Udine Alessandro Tollon.

e.b

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore