Il Friuli Venezia Giulia oggi torna arancione: cosa cambia?

10.04.2021 – 09.40 – Dopo il lungo periodo tinto di rosso, il Friuli Venezia Giulia torna arancione oggi, lunedì 12 aprile, insieme a Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Toscana.
In Friuli Venezia Giulia, seguendo le misure che contraddistinguono la zona arancione, resterà in vigore il coprifuoco che vieta di circolare dalle 22 alle 5 del mattino, salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute che vanno documentati con l’autocertificazione.
Vietati inoltre gli spostamenti in entrata e in uscita da una Regione all’altra e da un Comune all’altro, se non per ragioni di necessità. Consentiti gli spostamenti dai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

In vigore da oggi l’ordinanza n.1’/2021 del presidente della Regione Massimiliano Fedriga, con cui si demanda alle aziende di trasporto pubblico locale l’organizzazione e l’attuazione delle attività per integrare i servizi ordinari, con una limitazione al riempimento dei mezzi del 50 per cento, sia con ulteriori corse svolte direttamente dalle quattro aziende consorziate nella Tpl Fvg scarl, nonché dai due vettori ferroviari, sia con circa 130 autobus da noleggio per oltre 700 corse giornaliere in più.
Bar e ristoranti rimarranno chiusi 7 giorni su 7, mentre l’asporto e consegna a domicilio saranno permessi.
I centri commerciali resteranno chiusi nei giorni festivi e prefestivi ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabaccherie ed edicole al loro interno. Chiusi anche musei e mostre.
Per quanto riguarda le scuole, le attività didattiche saranno integralmente in presenza fino alla terza media e al 50% per le scuole superiori.
Chiuse le università, salvo alcune attività.
Sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.
Infine, restano chiuse piscine, palestre, teatri, cinema. Restano aperti i centri sportivi.

[c.c]