Un reporter in valigia scopre il FVG: “Popolo onesto e accogliente”

11.04.2021 – 09.40 – Riparte la web-serieUn reporter in valigia’ che indaga in tempi di pandemia Covid-19 le particolarità delle regioni italiane; in questo caso, con la nuova primaverile stagione, il video-reporter Mirco Paganelli si è recato in Friuli Venezia Giulia, giungendo a Trieste durante “una notte buia e tempestosa”.
Come d’abitudine, agli aneddoti legati alla storia del luogo e la descrizione del patrimonio architettonico si uniscono ai dialoghi con la gente del posto in un racconto in prima persona improvvisato.

“In questa nuova stagione il filo conduttore è la multiculturalità”, dichiara l’autore.
“Il Friuli Venezia Giulia è sempre stata una terra di confine, dove la linea tra una nazione e l’altra si è spostata più e più volte. Una condizione che, se da un lato ha portato a conflitti e sofferenza, dall’altro ha reso più stratificata la cultura di questo popolo: onesto, diretto e accogliente”, spiega Paganelli.

La nuova stagione spazia dai principali poli culturali della regione ai borghi di montagna. Non mancano le tappe di escursionismo in posti d’incanto come le Dolomiti friulane e la Val Resia. Verranno ripercorsi i passati bellici, le vie dei vini del Collio e dei salumi di Sauris e San Daniele, con una fermata nella realtà sospesa della Stazione di Topolò.
“Sono rimasto piacevolmente ammaliato dalle suggestioni del Friuli Venezia Giulia – afferma il video-reporter – una terra su cui mettevo piede per la prima volta, dalla natura portentosa, la storia robusta e l’accoglienza genuina”.

Ecco i link per guardare il primo episodio: FacebookYouTube e Instagram.

[i.v.]