Ater Trieste, casi di vandalismo e microcriminalità: Novacco, “Servono interventi urgenti”

07.04.2021 – 16.50 – In vari spazi esterni alle palazzine Ater della città sono sempre più numerosi gli episodi di criminalità e vandalismo, che coinvolgono diverse zone di Trieste: bande di ragazzini che appiccano il fuoco, persone non residenti che occupano abusivamente alloggi, danneggiamenti a parti comuni dei condomini, atti di violenza e spaccio di droga. Per contrastare questi avvenimenti, il presidente dell’Ater di Trieste Riccardo Novacco si appella da tempo alle Forze dell’Ordine per un intervento tempestivo, e ora resosi ancor più urgente alla luce degli episodi accaduti negli ultimi giorni, come l’incendio al garage di via Cumano o il pestaggio di padre e figlio in strada Vecchia dell’Istria.
“Ho già denunciato la situazione sia al Questore precedente Petronzi, che a quello attuale Tittoni come pure recentemente alla Prefettura” spiega Novacco “è da molti mesi che riceviamo segnalazioni di problematiche che riguardano non solo via Cumano e strada Vecchia dell’Istria. Una serie di disagi, con un elenco dettagliato, è stato inoltrato anche ai rappresentanti locali delle Forze dell’Ordine. Non solo. Ho incontrato il nuovo Questore a fine gennaio, ricordando i disagi patiti, ho scritto qualche settimana fa una lettera al Prefetto, con cui Ater si è subito confrontata lunedì 29 marzo in una riunione online. Nelle ultime due sedute del consiglio di amministrazione di Ater ho messo nero su bianco tutto questo” aggiunge “sia le denunce effettuate, sia il grido d’allarme che lanciamo da tempo, perché c’è bisogno di un intervento, e noi non abbiamo l’autorità per poterlo fare. E i consiglieri Ater sono stati subito d’accordo a sollecitare una pronta risoluzione”.
“Si tratta” ribadisce “di problemi di ordine pubblico, e molto spesso i protagonisti di questi episodi violenti sono ragazzi che arrivano da altre zone della città e non sono residenti o abitanti delle nostre case. Abbiamo chiesto ripetutamente, come detto, un aiuto” sottolinea “ce lo chiedono anche gli inquilini che ci scrivono, ai quali ribadiamo che non siamo noi a dover intervenire. Di quanto succede abbiamo pure informato l’Assessore alla Sicurezza e Polizia Locale del Comune di Trieste, Paolo Polidori. Non incolpo nessuno, cerco di far emergere un problema che c’è” precisa ancora Novacco “credo sia urgente sedersi a un tavolo operativo e agire al più presto. Gli inquilini che ci chiedono risposte, e ci intimano addirittura di non voler pagare più il canone di affitto se non poniamo rimedi. Di incendi” aggiunge “come quello di via Cumano, si sono già verificati altri nei garage interrati a Valmaura, è stato appiccato il fuoco a vecchie vetture abbandonate che finalmente stiamo smaltendo dopo anni di scarsa attenzione, abbiamo poi segnalazioni di persone esterne ai condomini che entrano negli spazi Ater, atti vandalici o addirittura spaccio di droga in varie zone. Tra le segnalazioni pervenute tante su via Grego, strada Vecchia dell’Istria, Longera, via Boito e altre ancora. Abbiamo visto il recente episodio di un padre e un figlio picchiati per strada, non possiamo aspettare” conclude “che si arrivi a un evento ancor più grave prima di fare qualcosa di concreto”.
e.b