Triestina, ennesimo pari: contro FeralpiSalò solo 1-1

14.03.2021 – Doveva essere una gara di svolta, quella che vedeva la Triestina ospitare la FeralpiSalò. È stata invece una partita come le ultime degli alabardati, che portano a casa un 1-1 che serve a poco per la classifica, contro una diretta concorrente, staccata in classifica di una sola lunghezza (la Triestina ha raccolto 47 punti, la FeralpiSalò 46) e con una partita in più da giocare. Per la verità, come capitato frequentemente in stagione, l’1-1 maturato al “Nereo Rocco” poteva forse essere qualcosa di diverso, vista la quantità di occasioni prodotta dagli alabardati, che peccano però in zona gol, dove Litteri, tornato al gol oggi dopo quattro partite a secco, e Gomez (senza gol da tre partite di fila) hanno segnato praticamente la metà dei gol totali della Triestina in campionato (17 su 38), pur avendo giocato relativamente poco, visti i problemi fisici accusati da entrambi nel corso della stagione. Tradotto: se non segnano quei due lì davanti, gli alabardati non fanno gol. A dispetto dell’assetto offensivo adottato a centrocampo da Pillon: forse servirebbe qualche inserimento in area in più dei centrocampisti, sin qui generosissimi in termini di cross per le punte, che appaiono però troppo isolate.

Il risultato è che, nelle ultime cinque partite, la Triestina ha segnato appena 5 reti subendone altrettante. Certo, la difesa – dopo i tentennamenti accusati alla fine di febbraio, con 6 reti al passivo in tre uscite – ha ritrovato l’equilibrio perduto, ma adesso è l’attacco che deve ritrovare quella brillantezza che aveva permesso all’Unione di trovare 4 vittorie in 5 partite all’inizio del girone di ritorno. Per la Triestina, il pareggio contro la FeralpiSalò per 1-1 significa forse il definitivo declino del sogno di guadagnare qualche ulteriore posizione in classifica: le prime quattro appaiono lontane e ora perfino il quinto posto appare a rischio: la FeralpiSalò, a quota 46, deve recuperare la partita contro il Cesena e gli stessi bianconeri hanno altri due incontri da recuperare (è saltata anche la trasferta di Ravenna, in programma oggi alle 15), con 4 punti in meno rispetto alla Triestina.

Triestina – FeralpiSalò 1-1: la cronaca.

Rispetto alle attese della vigilia, non ci sono troppi cambi nell’undici ordito da Pillon, che mette da parte il paventato cambio di modulo per ripiegare sul noto 4-3-1-2, in cui Lepore, dopo l’infortunio di alcune settimane fa, riprende il suo posto sulla corsia destra, con Lopez sull’out opposto e Ligi al posto dello squalificato Capela al fianco di Lambrughi. A centrocampo, Calvano manda in panchina sia Rizzo che Maracchi, affiancando nel settore nevralgico Giorico e Procaccio, con Sarno a ispirare la coppia Gomez-Litteri, alla seconda di fila dal 1′. L’ex di turno Pavanel, per affrontare la Triestina, dispone la FeralpiSalò con un 4-3-1-2 speculare a quello alabardato, in cui Bacchetti – preferito a Nicholas Rizzo – affianca Giani in difesa, con Brogni che sulla fascia mancina vince il ballottaggio con Iotti, Morosini è il trequartista e Ceccarelli completa l’attacco con Guerra.

L’avvio di partita è equilibrato, anche se a rendersi maggiormente propositiva in attacco è la squadra di casa, che cerca di sfruttare i cross dalle fasce delle proprie mezzeali, Calvano e Procaccio, che in diverse occasioni mandano in difficoltà la retroguardia gardesana. Altra modalità attraverso cui la Triestina rifinisce sono le sponde di Gomez per gli inserimenti di Sarno, il quale al 17′ si trova libero in area per uno scivolone di Brogni, ma viene chiuso sul più bello da Giani. L’opportunità più ghiotta capita però, manco a dirlo, sulla capoccia di Litteri che, imbeccato da una punizione dal lato mancino di Sarno, colpisce la traversa con la palla che rimbalza sulla linea e torna in gioco. Se la Triestina non segna, la FeralpiSalò prende coraggio, andando alla conclusione nella chiusura di frazione, con i tiri da fuori e con i calci piazzati, senza però che il risultato si sblocchi. Carella manda così le due squadre negli spogliatoi sullo 0-0.

La ripresa si apre senza cambi, ma con la Triestina sempre più vivace in avanti. Sarno si rende pericoloso su punizione, poi dalle fasce l’area della FeralpiSalò viene inondata di cross, con Gomez e Litteri che a turno impegnano l’estremo difensore ospite De Lucia, che al 72′ para anche una bella conclusione dai diciotto metri di Procaccio, pur con qualche affanno. I salodiani dal canto loro non producono particolari palle gol, se non quando se ne presenta l’occasione sulle palle inattive. L’equilibrio sembra rompersi al 77′, quando Ceccarelli va al cross per l’inserimento sul secondo palo di Scarsella: il centrocampista è micidiale in area e trova il gol numero 11 del suo campionato. Il vantaggio ospite dura però un battito di ciglia perché, alla ripresa del gioco, Litteri raccoglie un pallone vagante in area e lo deposita in rete con il mancino. Non cambia più niente: la Triestina pareggia anche contro la FeralpiSalò, trovando l’1-1 e il quinto pareggio di fila.

Triestina – FeralpiSalò 1-1: il tabellino.

Triestina – FeralpiSalò: 1-1 (77′ Scarsella, 80′ Litteri).
Triestina (4-3-1-2): Offredi; Lepore (77′ Tartaglia), Ligi, Lambrughi, Lopez; Calvano (90′ G. Rizzo), Giorico, Procaccio, Sarno (77′ Mensah); Litteri, Gomez (90′ Granoche). A disposizione: Valentini, De Luca, Brivio, Maracchi, Rapisarda, Palmucci. Allenatore: Pillon.
FeralpiSalò (4-3-1-2): De Lucia; Bergonzi, Giani, Bacchetti, Brogni; Scarsella, Carraro, Gavioli (53′ Hergheligiu), Morosini (69′ Tulli); Ceccarelli (83′ Farabegoli), Guerra (69′ Miracoli). A disposizione: Liverani, Iotti, Petrucci, D’Orazio, Pinardi, N. Rizzo. Allenatore: Pavanel.
Arbitro: Carella (Bari). Assistenti: Politi (Lecce), Pintaudi (Pesaro). Quarto uomo: Villa (Rimini).
Note: Pomeriggio fresco, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Carraro, Giani (F), Lambrughi (T). Espulsi: nessuno. Recupero: 0′ e 4′