Trieste ancora ko, vince Cassano Magnago 28-32

28.03.2021 – Il momento nero della Pallamano Trieste prosegue anche contro Cassano Magnago. Al PalaChiarbola vincono i lombardi, che escono dall’impianto triestino con un 28-32 che rilancia le loro ambizioni di alta classifica. Sconfitta nel risultato, la Pallamano Trieste, ma a testa alta, dato che la partita contro Cassano Magnago è combattuta fino alla fine e, nonostante il 28-32 subito da Visintin e soci, evidenzia una crescita nella prestazione e nell’atteggiamento, rispetto alla sconfitta di Lavis nel turno infrasettimanale; progressi che, si spera, la squadra del neotecnico Ilic (ufficializzato proprio alla vigilia della partita contro Cassano Magnago) saprà portare in campo anche nel prosieguo della stagione.

La vittoria contro la Pallamano Trieste è fruttuosa per Cassano Magnago. I due punti ottenuti dai lombardi grazie al 28-32 del PalaChiarbola permettono infatti alla squadra di Kolec di installarsi al quarto posto con 23 punti, scavalcando in un sol colpo Ego Siena (ko a sorpresa a Siracusa), Pressano (sconfitto dalla capolista Conversano) e Alperia Merano, fermata sul pari da Bozen. Grazia alla vittoria sui toscani, la TeamNetwork Albatro abbandona il penultimo posto e si porta in dodicesima posizione con 13 punti, tanti quanti lo Sparer Eppan (da calendario impegnato a Fasano, ma la partita è stata rinviata), scavalcando Fondi, sconfitto in casa dall’ultima in classifica Molteno (che accorcia la graduatoria salendo a quota 9). Si fa dunque più pericolosa la situazione di classifica della Pallamano Trieste, sempre decima con 14 punti ma con un margine sempre più ristretto rispetto alle inseguitrici.

Pallamano Trieste – Cassano Magnago 28-32: la cronaca.

Il neoallenatore Ilic (che, in attesa di risolvere tutte le questioni burocratiche legate al tesseramento, figura ufficialmente come secondo di Oveglia) ritrova Dapiran, assente contro Pressano dopo l’infortunio patito contro Fondi, ma sono gli ospiti a trovare il primo vantaggio, dopo meno di 1′, con Moretti. È proprio Dapiran a trovare l’1-1. La Pallanuoto Trieste non concretizza i propri attacchi, mentre Cassano Magnago è cinica e mette a segno un micidiale parziale di 0-6, interrotto da Di Nardo al 10′, quando il tabellino recita 2-7. Trieste rientra ora in partita, mettendo a referto un mini-break di 4-1 nel giro di 3′, guidata da Popovic e Dapiran, poi l’incontro prosegue equilibrato fino all’intervallo, che arriva dopo un tiro di Dapiran fermato dalla difesa ospite sul 13-17.

Il primo gol della ripresa lo segna Bratkovic su rigore, con la Pallamano Trieste che trova un break di 4-0 che permette agli alabardati di agguantare Cassano Magnago sul 17-17 dopo 5′, ma subito dopo Dapiran viene escluso per 2′ e gli ospiti si riportano avanti su rigore, ma la Pallamano Trieste tiene botta e risponde colpo su colpo a Cassano Magnago. Sul 19-20 Monciardini para un rigore a Bratkovic, ma proprio il 77 trova il pari dopo un attacco insistito degli alabardati. L’equilibrio resiste fino al 49′, quando gli ospiti trovano con Moretti il 23-24, che dà il là a un break di 0-3 degli ospiti. Di fatto, gli ospiti ora gestiscono senza troppi affanni il vantaggio e gli alabardati non riescono ad accorciare. Pallamano Trieste – Cassano Magnago si chiude sul 28-32 e per gli alabardati è il quarto ko consecutivo.

Pallamano Trieste – Cassano Magnago 28-32: il tabellino.

Pallamano Trieste – Cassano Magnago: 28-32 (13-17).
Pallamano Trieste: Bosco, Bratkovic 6, Dapiran 6, Di Nardo 5, Hrovatin 2, Mazzarol, Milovanovic, Milovic, Parisato, Pernic 1, Popovic 7, Sandrin, Stojanovic, Valdemarin, Visintin 1, Zoppetti. Allenatore: Oveglia.
Cassano Magnago: Bassanese 2, Bortoli 1, Branca 2, Dorio, Fantinato 2, Iballi, Ilic, La Mendola 4, Mazza 6, Monciardini, Moretti 9, Possamai, Riva, Salta 6, Scisci. Allenatore:
Arbitri: Dionisi, Maccarone. Delegato: Bardella.