Scoprire il mondo della Fisica… Attraverso la Pallacanestro Trieste

10.03.2021 – 09.00 – “I giocatori di basket amano la fisica, e i fisici amano la pallacanestro!” Parte oggi il progetto “Scienza a Spicchi”, ideato dal team di comunicazione di Allianz Pallacanestro Trieste, realizzato con il Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam – ICTP, SISSA Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati e Università degli Studi di Trieste con l’obiettivo di utilizzare la pallacanestro per spiegare ai ragazzi in età scolare i fondamenti della fisica. A partire da questa settimana, ogni 15 giorni, gli scienziati triestini appassionati di basket racconteranno in una serie di video i segreti della fisica che si “nascondono” dietro ai fondamentali della pallacanestro, associando ai principi della fisica le immagini di gioco dell’Allianz Pallacanestro Trieste.

Il progetto nasce durante il secondo lockdown, con gli scienziati che hanno autoprodotto i propri interventi con un entusiasmo da tifosi: il duplice obiettivo è quello di avvicinare allo sport i ragazzi appassionati di scienza, e avvicinare alle materie scientifiche quelli appassionati di sport. I video saranno disponibili sui social media dell’Allianz Pallacanestro Trieste: la palla passa ai ragazzi e agli insegnanti, che possono utilizzare questi contenuti scaricandoli liberamente dal sito web, con l’obiettivo di distribuirli anche nelle scuole.

“Il nostro obiettivo – spiega il presidente dell’Allianz Pallacanestro Trieste Mario Ghiacci – è quello di essere sempre vicini alla città: Trieste è la città della scienza, e ci siamo chiesti come potevamo rappresentare questo aspetto e promuoverlo, portandolo nel nostro mondo. Ringrazio di tutto cuore ICTP, Sissa e Università di Trieste che hanno aderito con grandissimo entusiasmo al progetto: abbiamo scoperto che ci sono molti scienziati appassionati di pallacanestro, e ci è piaciuto molto conoscere il loro punto di vista, il modo in cui leggono e traducono in fisica e in numeri quello che noi viviamo sul campo”.

“Le scienze fanno parte della vita quotidiana di tutti, a volte senza neppure che ce ne accorgiamo. Iniziative come questa non possono che avvicinare le persone a un mondo vissuto talvolta come molto lontano – sottolinea il Rettore dell’Università di Trieste, Roberto Di Lenarda –, ma invece davvero vicino. L’incontro con la scienza, fondamentale per il futuro dei nostri giovani, può essere piacevole e molto divertente”.

“Siamo riusciti a mettere assieme un quintetto di scienziati formidabile assieme a Andrea Oddo, Michele Vischi, Lorenzo Danelli e Marcello Dalmonte – afferma Sandro Scandolo, fisico dell’ICTP e con un passato di panchina in Serie C – Nei video vedrete cosmologi e fisici quantistici, tutti con qualche esperienza di basket, come giocatore o come tifoso. C’è un sacco di fisica interessante nel gioco del basket, dalle forze che determinano la traiettoria di un tiro alla meccanica di una schiacciata spettacolare, e le azioni dell’Allianz Pallacanestro Trieste ci hanno dato degli spunti sorprendenti. Ma la parte più impegnativa -confessa Scandolo- è stato poi trovare parole semplici e accattivanti per spiegare i concetti ad un pubblico di ragazzi”.

“Guardare al basket con l’occhio dello scienziato – ha dichiarato il Direttore SISSA, Stefano Ruffo – provando ad interpretare i fenomeni, un modo eccellente per far conoscere la fisica a tutti. Da ex giocatore di basket, sono sempre ammirato dalle incredibili traiettorie che Stephen Curry sa imprimere alla palla.”

Il primo video è dedicato alla fisica del tiro libero. Dietro al grande esercizio necessario per raggiungere buone medie e una tecnica impeccabile ci sono fondamenti di fisica: il giovane giocatore di basket sa quale movimento deve fare, sa come farlo, ma non è detto che sappia nel dettaglio il perché e il motivo per il quale la palla entra o esce dal ferro.

[i.v.]