Didattica a distanza: il Comitato Priorità alla Scuola di Trieste scende in piazza

05.03.2021 – 09.40 – A seguito dell’ordinanza regionale con cui viene reintrodotta la didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori, a cui si aggiungono anche gli studenti delle scuole medie, il Comitato Priorità alla Scuola di Trieste scende nuovamente in piazza con un presidio davanti al Palazzo della Regione in Piazza Unità in programma sabato sei marzo alle ore 11.00 per affermare la contrarietà al recente provvedimento. “Chiudere le scuole e imporre la DAD” si legge in una nota del comitato, “sono azioni che oramai molti autorevoli studi hanno classificato come profondamente dannose per la crescita, l’evoluzione e la formazione culturale e psicologica dei ragazzi”. “Il CTS”, continua la nota “lo conferma e l’ha più volte ribadito. Così come ha ribadito che la scuola non è veicolo significativo di contagio, neppure con le nuove varianti, a meno che non si sforino determinati parametri. Le decisioni del CTS, peraltro, sono basate su evidenze scientifiche che dimostrano come, prese le dovute precauzioni, ed attuate le misure di contenimento laddove necessario, la scuola rimane un luogo sicuro”.