13 C
Trieste
lunedì, 5 Dicembre 2022

Balzo in avanti delle Damen, Portogruaro giù

14.03.2021 – 18.43 – L’Unterland Damen vince il terzo scontro diretto consecutivo e, almeno in classifica, esce dalla zona rossa. Lo fa battendo in casa il Portogruaro, decidono due gol segnati in apertura dalle bolzanine, le ospiti hanno accorciato a metà primo tempo, ma da lì in poi non sono riuscite, in una gara caratterizzata dal forte vento, a raddrizzare la partita. Per le granata è la quarta sconfitta di fila e il prezzo da pagare è il sorpasso da parte dell’Isera, che all’ora di pranzo ha vinto in casa dell’Atletico Oristano con un 1-2 che rischia di trascinare nei bassifondi anche le isolane. Nella giornata in cui, con la vittoria della Triestina, la lotta salvezza si definisce e diventa una corsa sempre più a quattro (con due posti in palio), il vero colpo l’hanno fatto le altoatesine. Le ragazze di mister Bollino godono ora dieci punti tra sé e il penultimo posto. Manca ancora un intero girone, ma aver vinto tre partite contro tre delle quattro di cui sopra è più di un segnale ai naviganti.

Rispetto alla settimana scorsa, il Portogruaro è arrivato a Cortina sulla Strada del Vino senza Battaiotto, Matiz, Battiston e la lungodegente Feletti ma anche con un modulo più offensivo, dotato di una trequartista in più (Gashi) e la conferma di Finotto-Furlanis davanti. Il primo pericolo lo crea proprio la 9 granata già dopo 3’ mettendo fuori di poco, ma al 5’ le locali vanno in vantaggio in modo insolito: un rilancio di Targa dai 40 metri baciato dal vento arriva dalle parti di Comacchio che viene scavalcata dal rimbalzo. Passano 5’ e arriva da corner Nischler anticipa la difesa ospite e di testa raddoppia. Il Porto ha il merito di non andare al tappeto e al 21’ riapre la contesa, grazie a un affondo personale di Finotto che dalla linea di fine campo mette in mezzo per la zuccata vincente sottoporta di Furlanis. Viste le condizioni atmosferiche e un terreno in alcuni tratti sconnesso, la costruzione di gioco diventa difficile per entrambe, infatti le altre occasioni della prima frazione sono due conclusioni dalla media distanza, uno di Targa e uno di Furanis.

Nella ripresa il vento tira a favore delle portogruaresi che dopo 4’ impegnano Tarantino con un tentativo di Finotto. Sfruttare il fattore aereo diventa col passare dei minuti la tattica prevalente, vista la difficoltà dei rifornimenti via terra: Targa e Nischelr partendo da sinistra mancano di poco il bersaglio alzando la mira. Furlanis al 15’ tenta il gol olimpico ma trova attenta Tarantino a salvare con una gran parata. Con l’avvicinarsi della fine il copione non cambia, le biancoblu oltre a consistenza difensiva non rinunciano a visitare l’area granata, come conferma l’insidia portata da Pföstl, con un tiro dai 20 metri. L’ultimo tentativo del Porto è una sassata di Furlanis dal limite dell’area, da qui in poi il gioco latita e ogni attacco ospite viene neutralizzato. Negli ultimi 10’ rientra in campo per le granata Gallo, all’esordio in questo campionato. E almeno questa è una buona notizia.

Le quattro squadre in lotta per evitare la retrocessione si incontreranno nel prossimo turno. Saranno Spal-Portogruaro e le Torri-Isera, con l’Atletico Oristano, nel giorno di riposo, a osservare.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore