8.7 C
Trieste
sabato, 3 Dicembre 2022

In 500 in piazza contro l’omofobia: cittadini e partiti uniti nel dire no alla violenza

21.02.2021 – 10.40 – Ieri pomeriggio si è svolta in Piazza Unità d’Italia, la manifestazione contro l’omofobia a seguito dell’episodio avvenuto nei giorni scorsi, in cui sarebbero stati oggetto di violenze Antonio Parisi ed altre due persone, all’uscita di un osmica sul Carso triestino. Circa 500 persone presenti nella piazza simbolo del capoluogo giuliano per esprimere il loro no ad ogni atteggiamento di carattere omofobo nei confronti di chi porta avanti le istanze della comunità LGBTQ+. Un insieme eterogeneo, fatto di gente comune, esponenti di varie associazioni del territorio e di compagini politiche, tutti uniti nel chiedere le dimissioni del consigliere comunale Fabio Tuiach che, qualche giorno fa , ha pubblicato un post sui social minimizzando la gravità del gesto e lasciando spazio ad atteggiamenti che possono assumere connotazioni violente.

Anche il Consiglio degli Studenti dell’Università degli Studi di Trieste, tramite un post sui social, condannando il gesto di Tuiach, aveva chiesto all’ateneo una chiara presa di posizione: “Riaffermando tutti quei valori cardine su cui poggia l’Università degli Studi di Trieste, ovvero il garantire un’istruzione laica, egalitaria, multiculturale, improntata all’internazionalità e alla collaborazione tra singoli, indipendentemente da credo, orientamento sessuale, identità di genere, etnia, schieramento politico, contro qualsiasi atteggiamento discriminatorio, lesivo della dignità della persona”. I manifestanti hanno chiesto una presa di posizione da parte della giunta e del Consiglio Comunale di Trieste, per quanto affermato dal Consigliere del gruppo misto.

 

m.v.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore