16.4 C
Trieste
sabato, 1 Ottobre 2022

Trieste-Reggio Emilia, 600 presenze per Cavaliero nel giorno dell’Epifania

05.01.2021 – 08:00 – Prima partita del 2021 per l’Allianz Pallacanestro Trieste che domani, alle ore 20:00, sul parquet dell’Allianz Dome di Via Flavia, ospiterà la “Unahotels Reggio Emilia”. Una partita che si preannuncia incandescente; gli emiliani, infatti, vogliosi di riscatto, proveranno a lasciarsi alle spalle gli spettri della sconfitta casalinga maturata la scorsa settimana contro “Sassari”, mentre, Trieste (14a con 8 punti, ndr), proverà a portare a casa i due punti, alla spasmodica ricerca di agguantare posizioni più alte nella parte mediana della classifica generale, dove attualmente figurano “Foritudo Bologna” e “Brescia Leonessa” (entrambe a 10 punti, ndr). Ma quella di domani sarà una partita dal sapore speciale soprattutto per la guardia giuliana, Daniele Cavaliero, il quale, scendendo in campo, potrà finalmente firmare il suo record personale di 600 presenze in Serie A1. Il triestino purosangue, infatti, è il giocatore attualmente in attività ad averne collezionate di più.

Scopriamo gli avversari della “Unahotels Reggio Emilia”:

Come già annunciato in precedenza, gli emiliani sono reduci da una sconfitta; attualmente occupano la 6a posizione in classifica, con 12 punti ed un inizio di stagione con vittorie e sconfitte equamente distribuite ( 6 e 6, ndr). Allenati da Antimo Martino, coach giovane ma con un curriculum già di tutto rispetto, il leader del suo roster titolare è il piccolo Brandon Taylor, playmaker di 178 centimetri con una media di 17,6 punti a partita (il 50% da due, il 47, 9% da tre), numeri di assoluto spessore.

Eccezion fatta per lui, il quintetto emiliano abbonda di chili e centimetri: come guardia, infatti, c’è l’americano Joshua Bostic, (198 cm, ndr) non precisissimo al tiro (32.1% da due, 35.8% da tre), ma in grado comunque di accumulare i suoi 13 punti di media a partita. Affianco a lui, ricordiamo il ceco Tomas Kyzlink, (198 cm, ndr) che viaggia su una media di 10.1 punti a partita (43.9% da due e 24.1% da tre).

Sotto canestro, ad assumere il ruolo di ala forte, troviamo il giovanissimo yankee Justin Johnson: classe 1996, questo ragazzone di due metri per 110 chili è alla sua terza stagione in Serie A1 (ha giocato con Cagliari e Pistoia, ndr). Molto dinamico, nonostante la sua mole, ha una media personale di 6,7 punti e 5,3 rimbalzi. Johnson è solito alternarsi nel ruolo con il compagno di squadra Filippo Baldi Rossi che, a differenza sua, è maggiormente perimetrale con una media di 29,6% di tiri da tre messi a segno a partita.

Il pivot titolare, invece, è Frank Elegar. Nativo delle Isole Vergini, ma possessore anche del passaporto della Guyana, è il classico lungo saltatore. Il trentacinquenne, ha alle spalle una lunga carriera sviluppatasi nelle società di tutto il mondo, dalla Russia alla Turchia all’Israele. Le sue cifre, 9.6 punti, 8.2 rimbalzi a partita, sono quelle di un centro puro in grado anche di arricchire il gioco con schiacciate e stoppate; consuetudini che lo fanno spesso incorrere in situazioni di fallo.

La panchina emiliana propone infine Leonardo Candi playmaker classe 1997 dall’ottimo istinto offensivo, con una media di 8.6 punti, 2.9 rimbalzi e 2.7 assist, a partita e diversi prodotti del settore giovanile come Mohuamet Rassoul Diouf, Federico Bonacini, Marco Giannini, e Carlo Porfilio.

spot_img

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore