13.6 C
Trieste
lunedì, 3 Ottobre 2022

Potenziamento Trieste-Venezia sul binario “giusto”, nominato il commissario

25.01.2021 – 08.30 – La velocizzazione della tratta Trieste-Venezia – questione dibattuta ormai da anni – richiederebbe due miliardi di finanziamento per rimuovere i colli di bottiglia e gli ostacoli fisici al rallentamento della linea ferroviaria. Attualmente il progetto dispone di 200 milioni, ma speranza delle istituzioni e dei politici che sostengono il progetto è che i fondi mancanti arrivino grazie al Recovery Plan. La velocizzazione della tratta ferroviaria era stata inserita tra le 130 opere previste dal Decreto Semplificazioni, volto a tagliare drasticamente i tempi per la burocrazia nel caso di opere considerate “strategiche” per il paese. A questo proposito è stato fatto un passo in avanti, perchè lo scorso 21 gennaio 2021 è stato nominato il commissario responsabile, Vincenzo Macello della Direzione Investimenti di Rete ferroviaria italiana. L’obiettivo è di accorciare la tratta tra i capoluoghi delle rispettive regioni a un’ora, valutando successivamente ulteriori interventi; la Tav in sé richiederebbe fondi attualmente non disponibili. Nonostante l’opera fosse stata inserita nel Decreto Semplificazioni, non è però presente tra quelle del Recovery Plan, anche se una richiesta in tal senso è stata mandata dal Friuli Venezia Giulia a Roma.

[z.s.]

spot_img
Avatar
Zeno Saracinohttps://www.triesteallnews.it
Giornalista pubblicista. Blog personale: https://zenosaracino.blogspot.com/

Ultime notizie

spot_img

Dello stesso autore